Al momento stai visualizzando 300 rotariani da tutto il Triveneto riuniti in congresso a Udine
Poddighe, Callegari, Favero, Agostini, Caltabiano

300 rotariani da tutto il Triveneto riuniti in congresso a Udine

Si è svolto lo scorso sabato 18 giugno a Udine il 64 esimo Congresso annuale del Rotary Distretto 2060, che raggruppa tutti i 94 Rotary Club del Triveneto, per un totale di 4500 soci, ai quali si aggiungono i giovani di Rotaract e Interact.
Alla presenza dei Rappresentanti della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’assessore alla Cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot, dei rappresentanti del prefetto e del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Udine, e di Piergiorgio Poddighe, in rappresentanza del Presidente Internazionale del Rotary Shekhar Metha, si sono riuniti presso il Teatro Nuovo Giovanni da Udine oltre 300 soci del Rotary provenienti da tutto il Triveneto, che hanno condiviso le principali attività svolte dal Distretto nel corso dell’anno.
Dalle iniziative di volontariato per affrontare le criticità dovute alla pandemia ai progetti dedicati agli anziani nelle case di riposo, dalle attività di mentoring per i futuri imprenditori a quelle per la tutela dell’ambiente, il Congresso è stato un’importante occasione di confronto e allineamento, seguendo il piano strategico del Distretti, sempre in un’ottica di vicinanza al territorio e nel rispetto dei principi etici che sono le basi fondanti del Rotary Club.
“Quest’anno, in particolare,dichiara Raffaele Antonio Caltabiano, Governatore del distretto 2060 del Rotaryabbiamo sentito molto forte l’esigenza di essere vicini ai rotariani ucraini, supportandoli nel difficile momento che stanno vivendo. Abbiamo quindi attivato un meccanismo che coinvolge rotariani dei club di distretti e paesi diversi per operare insieme. Le richieste dei rotariani ucraini, dopo la raccolta fatta col fondamentale supporto del Rotaract, sono state gestite dai Distretti di Moldavia e Romania, che si sono occupati di trasferire direttamente in Ucraina i beni acquistati o raccolti”.
Grazie alla partecipazione e alla sensibilità dei soci è stato possibile raccogliere oltre 20 tonnellate di beni, dei quali il 35% è costituito da medicinali, il 40% da alimentari ed il 25% da indumenti. A questi vanno aggiunti i medicinali acquistati dal Distretto 2060, quelli donati dal Distretto 2032 e da alcune case farmaceutiche. Sono stati inoltre raccolti 40.000 Euro, che hanno consentito di raggiungere un valore totale di medicinali e strumentazione di oltre 60.000 Euro.
Tutti i beni hanno raggiunto l’HUB Rotary in Romania da dove, con camion ed autisti ucraini accompagnati da rotariani ucraini, sono stati consegnati ai destinatari che li avevano richiesti.
“Un modo per agire insiemeconclude Raffaele Caltabiano -, di fare Rotary anche fuori dai nostri Club e del nostro Distretto, un modo che noi possiamo, se lo vogliamo, attivare: ci farà sentire più rotariani e facendolo costituiremo un altro esempio da seguire per tanti che ci guardano dall’esterno. Un modo per coinvolgere nuovi soci, ma soprattutto un modo per far sventolare le bandiere dei nostri principi al di là dei confini”.
Dopo un excursus di tutte le principali attività di servizio dell’anno, il congresso si è avviato alla fine con l’assegnazione di numerose onorificenze ai club e soci meritevoli del distretto.
Nel suo intervento finale Piergiorgio Poddighe, Rappresentante del Presidente Internazionale Shekhar Mehta, ha ringraziato, a nome del Presidente, il Governatore e tutto il distretto per le attività svolte in nome dei principi rotariani. Ha inoltre confermato le cariche del distretto per i prossimi anni avviando il tradizionale cambio dei distintivi e cambio del collare tra il Governatore Raffaele Caltabiano e il Governatore entrante Tiziana Agostini e rispettivamente Governatore Eletto Anna Favero e il Governatore nominato Alessandro Calegari.
Tutti i partecipanti poi si sono ritrovati per un pranzo di saluto presso i locali del Renati.