Giovanni Da Pozzo Convegno Innovazione - Foto Petrussi

Cciaa di Pordenone-Udine con Anpal Servizi per un’alternanza scuola-lavoro sempre più efficace

UDINE – Camera di Commercio di Pordenone-Udine e Anpal Servizi (Agenzia Nazionale per le politiche attive del lavoro) lavoreranno insieme per offrire sempre più efficaci percorsi di alternanza scuola lavoro –  i nuovi “Pcto”, ossia i “percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento”. I due enti nel 2019 hanno infatti sottoscritto un protocollo di intesa, nell’ambito del “Progetto Tutor per l’Alternanza”, che sancisce la collaborazione per favorire la migliore operatività dei progetti per gli studenti sui territori di Pordenone e Udine, per assicurare loro l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro e migliorarne i percorsi di transizione.

La collaborazione tra Camera e Anpal si realizzerà anche attraverso l’organizzazione di esperienze di orientamento rivolte agli studenti, la sperimentazione sul territorio di modelli innovativi di alternanza scuola-lavoro, l’individuazione nel Registro nazionale alternanza scuola lavoro della piattaforma informatica sulla quale far convergere le necessità di incrocio fra istituzioni scolastiche e imprese, con opportuna incentivazione delle relative iscrizioni.
Ci si impegnerà anche in un’attività di ricerca sistematica per l’individuazione di panel mirati di imprese, in base a indicatori condivisi e attualizzati sui reali fabbisogni formativi ed occupazionali, utilizzando estratti di banche dati messi a disposizione dalle Camera di Commercio, attraverso Unioncamere  e il progetto Excelsior.

 

L’idea di fondo è assumere un ruolo sempre attivo nella promozione delle attività della nuova alternanza, avvicinando le imprese ai percorsi scolastici, contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale.
«Si rafforza ancora l’impegno della nostra Camera di Commercio per sviluppare un miglior collegamento tra mondo del lavoro e mondo della scuola e dell’impresa – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo (nella foto Petrussi) –. Questo tassello arricchirà e qualificherà ulteriormente la nostra fitta programmazione di iniziative nell’ambito dell’orientamento al lavoro e alle professioni, a vantaggio tanto degli studenti, quanto delle nostre imprese».

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Fattura elettronica e servizi digitali per le imprese, approfondimento l’11 dicembre a Palmanova

PALMANOVA – Fatturazione elettronica e servizi digitali per le piccole e medie imprese. La Camera di commercio di Pordenone-Udine organizza un approfondimento per mercoledì 11 dicembre 2019, alle 10, nel Salone d’Onore del Comune di Palmanova (piazza Grande 1). Durante l’incontro, realizzato in collaborazione con Unioncamere su iniziativa cofinanziata dal programma Cef dell’Unione Europea, sarà illustrato il portale della fatturazione elettronica messo a disposizione gratuitamente a tutte le imprese e si tratterà in particolare della fatturazione in ambito europeo.
Verranno inoltre presentati tutti i servizi digitali che la Camera di commercio offre ai propri imprenditori: Firma digitale e Carta nazionale del servizi per farsi riconoscere e fi­rmare i documenti online, lo Spid, cioè il Sistema pubblico di identità digitale, per accedere con un’unica identità digitale ai servizi online della Pubblica Amministrazione, il Pid – Punto impresa digitale, ufficio camerale tramite cui è possibile ottenere, tra gli altri servizi, un check up gratuito per misurare il grado di maturità digitale della propria azienda, e il Cassetto Digitale dell’Imprenditore, per accedere sempre, da pc o smartphone, a tutte le pratiche e ai documenti relativi all’impresa.

Per la capienza di posti limitata, è necessario iscriversi tramite http://eepurl.com/gLAHk1.

Durante la giornata gli imprenditori potranno anche richiedere il rilascio dello Spid e della firma digitale portando con sé Cns o Tessera Sanitaria con relativo Pin, il proprio smartphone con mail consultabile e un

documento di identità.

Per informazioni Ufficio Relazioni con il Pubblico Cciaa Pn-Ud: 0432.273543-210 e urp@ud.camcom.it.

 

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Cciaa di Pordenone-Udine con Anpal Servizi per un’alternanza scuola-lavoro sempre più efficace

UDINE – Camera di Commercio di Pordenone-Udine e Anpal Servizi (Agenzia Nazionale per le politiche attive del lavoro) lavoreranno insieme per offrire sempre più efficaci percorsi di alternanza scuola lavoro –  i nuovi “Pcto”, ossia i “percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento”. I due enti hanno infatti sottoscritto nel 2019 un protocollo di intesa, nell’ambito del “Progetto Tutor per l’Alternanza”, che sancisce la collaborazione per favorire la migliore operatività dei progetti per gli studenti sui territori di Pordenone e Udine, per assicurare loro l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro e migliorarne i percorsi di transizione.

La collaborazione tra Camera e Anpal si realizzerà anche attraverso l’organizzazione di esperienze di orientamento rivolte agli studenti, la sperimentazione sul territorio di modelli innovativi di alternanza scuola-lavoro, l’individuazione nel Registro nazionale alternanza scuola lavoro della piattaforma informatica sulla quale far convergere le necessità di incrocio fra istituzioni scolastiche e imprese, con opportuna incentivazione delle relative iscrizioni.

Ci si impegnerà anche in un’attività di ricerca sistematica per l’individuazione di panel mirati di imprese, in base a indicatori condivisi e attualizzati sui reali fabbisogni formativi ed occupazionali, utilizzando estratti di banche dati messi a disposizione dalle Camera di Commercio, attraverso Unioncamere  e il progetto Excelsior.

L’idea di fondo è assumere un ruolo sempre attivo nella promozione delle attività della nuova alternanza, avvicinando le imprese ai percorsi scolastici, contribuendo allo sviluppo del sistema economico locale.

«Si rafforza ancora l’impegno della nostra Camera di Commercio per sviluppare un miglior collegamento tra mondo del lavoro e mondo della scuola e dell’impresa – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo –. Questo tassello arricchirà e qualificherà ulteriormente la nostra fitta programmazione di iniziative nell’ambito dell’orientamento al lavoro e alle professioni, a vantaggio tanto degli studenti, quanto delle nostre imprese».

 

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Mediazione, comporre le liti con risparmio di tempi e costi: approfondimento l’11 dicembre a Udine

UDINE – La mediazione è un’opportunità da cogliere per cittadini e imprese, e la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, che offre questo servizio per risolvere ove possibile in modo alternativo le controversie, con un risparmio  di tempo e costi, organizza un approfondimento sul tema mercoledì 11 dicembre 2019 dalle 14.30 alle 18.30 (registrazioni a partire dalle 14). L’incontro si terrà in Sala Valduga (ingresso piazza Venerio, 8) e permetterà di presentare la mediazione a 360 gradi e di mettere a confronto esperienze istituzionali, grazie alla collaborazione con Ordini e Collegi professionali e Scuola superiore di Magistratura.

Dopo i saluti istituzionali da parte del Presidente Camera di Commercio Pordenone-Udine Giovanni Da Pozzo, di Ramona Zilli (Presidente Ordine Avvocati di Udine) e Lucio Barbiero  (Presidente Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Udine), si alterneranno gli interventi del giudice Lorenzo Massarelli (La mediazione e il rapporto con il processo civile), del notaio Cosimo Cavallo (La trascrivibilità dell’accordo di mediazione vantaggi e agevolazioni fiscali), dell’avvocato e mediatore Federico Reggio (I confliggenti diventano protagonisti: come costruire l’accordo, alla ricerca della norma del caso). Dopo il coffee break delle 16.30, l’incontro vedrà gli interventi dell’avvocato Andrea Purinan (Il ruolo dell’avvocato in mediazione: aspetti procedurali e rapporti con l’assistito l’efficacia esecutiva dell’accordo) e di Alberto-Maria Camilotti, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti Esperti contabili di Udine (La mediazione per la competitività dell’impresa). Modera il dibattito il giudice Andrea Zuliani.

L’adesione è gratuita, ma per la capienza limitata della Sala Valduga è necessaria l’iscrizione tramite il link http://eepurl.com/gKSL3z.

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Fintech: servizi gratuiti per le imprese da Cciaa e Innexta

UDINE – Fintech: lo usiamo spesso. E ancor più spesso “a nostra insaputa”. Eppure compiamo quasi quotidianamente operazioni di homebanking, paghiamo tramite smartphone, usiamo assicurazioni online oppure sosteniamo un progetto o un’impresa tramite crowdfunding, solo per fare alcuni esempi. Ci sono poi una serie di servizi tramite cui la tecnologia aiuta a finanziare l’attività d’impresa e su questo tema, per diffondere la conoscenza di questi strumenti, innovativi ma alla portata di tutti, la Camera di Commercio di Pn-Ud, con Innexta – Consorzio camerale per il credito e la finanza, ha organizzato venerdì 6 dicembre 2019 un approfondimento, mettendo gli esperti a disposizione delle aziende. Anche perché le opportunità stanno crescendo: nel comparto, Usa e Cina sono i più avanzati, ma pure l’Italia sta cominciando a svilupparsi e a produrre imprese e servizi nel settore. Nel nostro Paese, poi, se solo il 12% delle imprese ha elevata specializzazione sugli strumenti digitali e le tecnologie 4.0, il 49% conosce comunque gli strumenti digitali di base e il 32% ha già una ampia digitalizzazione dei processi, ha spiegato Gianmarco Paglietti di Innexta, dunque evidenziando le potenzialità di crescita.

 

 

Al seminario sono stati illustrati i servizi digitali che la Camera di Commercio di Pordenone-Udine con Innexta mette a disposizione delle imprese del territorio, quali “Fintech digital Index” e “Innexta score”: basta collegarsi tramite il sito camerale, nella sezione Pid – Punto impresa digitale. Il “Fintech digital Index” è un database digitale dinamico che raccoglie dati, informazioni e caratteristiche delle startup italiane specializzate nel fintech. Per ciascuna impresa fintech c’è una scheda analitica con dati anagrafici e contabili, traguardi e obiettivi imprenditoriali, clienti di riferimento e servizi offerti. Con esse è possibile mettersi in contatto per usufruire di servizi specifici di finanza digitale.

 

 

 

“Innexta score” è poi un altro servizio, sempre gratuito, molto utile quando un’impresa vuole cominciare una collaborazione commerciale con un’altra realtà imprenditoriale, con fornitori o potenziali clienti. Tramite il database è possibile, grazie a un’analisi certificata, sapere qual è l’affidabilità finanziaria di tutte le imprese italiane. Una scheda molto chiara permette di capire facilmente se – e perché – un’azienda è affidabile dal punto di vista economico oppure no, con la spiegazione delle motivazioni.

Presto, ha annunciato Paglietti, sarà online un nuovo servizio di autovalutazione, per aiutare le imprese a capire se hanno i requisiti normativi richiesti per rientrare nella categoria di “Pmi innovativa”. Spesso, molte imprese non sanno se possiedono tutte le caratteristiche stabilite per legge per essere così classificate, fatto che permetterebbe loro di registrarsi nella Sezione speciale del Registro imprese e godere di una serie di servizi interessanti e agevolazioni.

Al seminario si è poi approfondita la regolamentazione del Fintech con Sergio Paris, Partner di Independent Advisor sas, e ci si è poi addentrati sulla Blockchain per la filiera (con Marco Pancotti, DevLab Manager di Horsa Group) e quindi sulla tesoreria, tra rischio di cambio e Fintech (con Thomas Kisvarday, Account Executive Nord Est di Afex).

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Soluzioni tempestive per le concessioni demaniali, il 6 dicembre a San Giorgio di Nogaro il convegno di Assonautica Udine

SAN GIORGIO DI NOGARO – I problemi connessi all’applicazione delle normative che regolano le concessioni demaniali sono di particolare complessità, ma devono trovare una soluzione in tempi rapidi, almeno a livello regionale. La questione più urgente, per le categorie di marina, dei porti turistici, e delle Associazioni Nautiche Sportive, è ottenere la proroga delle concessioni di altri 15 anni, come fatto per la categoria dei “balneari”. È una necessità sentita dagli operatori economici del settore nautico. Ed è urgente, visto che a molti le concessioni scadono proprio nel 2020.

Per affrontare e possibilmente risolvere questi problemi, il Comitato Esecutivo di Assonautica Udine ha organizzato un convegno che si terrà alle 15 di venerdì 6 dicembre 2019 a Villa Dora (San Giorgio di Nogaro). Il titolo è “2020 e Direttiva Bolkestein: quale futuro per le concessioni del diporto nautico”. Al convegno parteciperanno Massimo Bernardo come moderatore (giornalista specializzato in economia di trasporti), quindi Roberto Mattiussi (Sindaco di San Giorgio), Sebastiano Callari (assessore al patrimonio e demanio della Regione), Mario Ordiner (presidente di Assonautica Udine), Roberto Perocchio (Presidente Assomarinas), Stefano Zunarelli (Ordinario di Diritto dei trasporti nell’università di Bologna), Francesco Forte (Direttore Centrale patrimonio della regione).

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018