Gioca Estate con le Stelle

Ultimi posti disponibili per la 6^ edizione di “Scia con le Stelle” all’impianto NeveSole di Aurisina in 14 e 15 settembre

Quasi esauriti tutti i posti disponibili per partecipare a “Scia con le Stelle” 2019, l’appuntamento con gli sport invernali organizzato dalla ASD Le Stelle  e dallo Sci Club 70 di Trieste all’impianto “NeveSole” di Aurisina.

Novità di quest’anno, la scelta di raddoppiare le giornate di prova gratuite.
Complici infatti le numerose adesioni, gli organizzatori hanno deciso di ampliare la manifestazione dalle ore 10:00 di sabato 14 alle ore 17:00 di domenica 15 settembre.

“Questo 2019 è stato per noi un anno di svolta. Non solo abbiamo portato il Gioca Estate in centro a Trieste, con la realizzazione di un Tempio Olimpico in piazza Unità d’Italia; ora raddoppiamo anche Scia con le Stelle”. Lo afferma Chiara Calligaris, vice presidente della ASD Le Stelle. “Un segnale forte: l’unione fa la forza e la sinergia con lo Sci Club 70 e più in generale con tutte le realtà sportive con cui collaboriamo è preziosa e unica”.

La cerimonia ufficiale alla presenza delle autorità locali e dei vertici di CONI, CIP e FISI è prevista per domenica alle ore 11:00.

In questa due giorni di festa dello sport, oltre 400 bambini (dai 3 anni in su) potranno provare gratuitamente lo sci alpino e nordico supervisionati dai maestri della Scuola di Sci di Aurisina.

Le Stelle Olimpiche Chiara Calligaris e Marta Zanetti saranno presenti sulla pista NeveSole insieme allo snowboarder azzurro Michele Godino (snowboardcross e slopestyle), alla giovane fondista Martina Di Centa, medaglia d’oro Juniores U20 e figlia della doppia medaglia d’oro olimpica Giorgio di Centa e a Paolo Tavian, guida paralimpica d’oro e organizzatore dei Mondiali di para sci alpino (Tarvisio (2017).

“Siamo orgogliosi di poter collaborare alla realizzazione di “Scia con le Stelle”, che apre ufficialmente la nostra  stagione autunnale” – conclude Roberto Andreassich, Presidente “Sci Club 70. “Sono tre i progetti in avvio, destinati a oltre 3000 bambini: “Primi Passi” per le scuole dell’infanzia del Comune di Trieste, “Scuola e Sport”  per gli alunni delle elementari di Duino – Aurisina e infine “CAS” organizzato con il CONI FVG. In programma anche i corsi di preagonismo e di avvicinamento al mondo dello sci, sempre in collaborazione con i maestri della scuola di sci di Aurisina”.

Speaker dell’evento il Master of Ceremony Stefano Ceiner.

Per partecipare gratuitamente è sufficiente iscriversi sul sito www.lestelle.org. Tramite l’iscrizione è possibile selezionare la fascia oraria desiderata per la lezione tra le 10:00 e le 17:00.

Canali social

FB: @stelleonline.it

IG: asdlestelle

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Friuli Doc, la Società Filologica Friulana promuove una serie di iniziative dal 13 al 15 settembre

UDINE, 10 settembre 2019 – Per Friuli Doc, giunto nel 2019 alla 25ª edizione, la Società Filologica Friulana promuove a Palazzo Mantica una serie di iniziative, in collaborazione con il Comune di Udine, le Delegazioni FVG dell’Accademia Italiana della Cucina, l’Associazione Teatrale Friulana, il Teatro Club Udine, il Magazzino dei Teatranti, il Conservatorio Statale di musica “J. Tomadini” e l’Associazione “Pro Schola”.

venerdì 13 settembre 2019:
– ore 17.00 concerto Androni Sonori”
– ore 18.00 inaugurazione della mostra Udine e il Friuli nelle opere di Mario Micossi”
– ore 19.00 concerto “Degustazione musicale friulana fra Barocco e Novecento”

sabato 14 settembre 2019:
– ore 10.30 convegno A tavola con le isole linguistiche”
– ore 16.30 convegno “Zafferano: l’oro rosso del Friuli”

domenica 15 settembre 2019:
– ore 10.30 letture per bambini Mi presenti: o soi il Furlanut!”
– ore 17.00 spettacolo teatrale Siet cjantons”
– ore 20.00 spettacolo teatrale Giulietta e Romeo”

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Il Quartetto Chagall di Trieste pronto a partire per la tournée in Cina

TRIESTE, 9 settembre 2019 – Il Quartetto Chagall (Paolo Skabar e Matteo Ghione, violino; Jacopo Toso, viola; Ilsu Güreşçi, violoncello) – composto da giovani musicisti originari di Italia e Turchia, con sede nella città di Trieste – sarà protagonista di una tournée internazionale promossa e organizzata dalla Società cinese, leader nel settore dell’organizzazione di eventi culturali, Wu Promotion Ltd., dal 16 al 28 ottobre 2019.
Il Quartetto Chagall è stato ingaggiato in quanto uno dei migliori complessi da camera occidentali emergenti, al fine di far conoscere al meglio la “nostra” musica classica in Cina, e porterà in alcune tra le più prestigiose sale da concerto della Nazione dei brani tra i più rilevanti della storia della musica occidentale.

La tournée farà tappa in 5 siti di particolare interesse turistico-storico-culturale di questa Nazione: il 17 ottobre si esibirà al National Library Arts Centre, il 22 sarà la volta dell’Harbin Concert Hall, il 25 presso il Fuling Grand Theatre, per poi subito recarsi, il 26, al Guotai Arts Centre di Chongqing e concludere il 27 al Teatro di Shanghai.
La tournée consentirà al pubblico dell’intera Repubblica Popolare Cinese di conoscere l’Italia e, in particolare, Trieste.

La tournée avrà una grande rilevanza anche in relazione alle personalità o soggetti coinvolti: l’organizzatore, Wu Promotion Ltd., è leader internazionale nel settore della musica classica; con esso collaborano le personalità e i complessi musicali più rinomati sulla scena mondiale al giorno d’oggi (come Teatro Alla Scala di Milano, Berliner Philarmoniker, Wiener Philarmoniker, Riccardo Chailly, Lang Lang e molti altri). Il Quartetto Chagall è uno dei quartetti d’archi giovanili emergenti sul panorama nazionale. In questi ultimi anni ha debuttato in importanti Stagioni concertistiche (pochi giorni prima di partire, ad esempio, sarà ospite del Festival Spinacorona di Napoli) ed è già stato insignito di alcuni importanti premi.

Importanti contributi a sostegno di questa tournée sono stati erogati, sotto varie forme, dalla Fondazione Filantropica Ananian, dal Lions Club Trieste Alto Adriatico e dalla Comunità Greco-Orientale di Trieste.

I concerti presenteranno in anteprima i programmi pensati per l’anniversario dei 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven: ai quartetti op. 18 n. 4 e op. 59 n. 3 del compositore di Bonn, infatti, si frapporrà il quartetto op. 13 n. 2 di Felix Mendelssohn dedicato a Beethoven.

L’evento permetterà infine agli studenti di musica (ma non solo) di avvicinarsi alla Classica: oltre alla partecipazione ai concerti in qualità di pubblico, gli stessi potranno beneficiare – nella città di Xiamen – di una Masterclass sulla musica da camera occidentale, che sarà tenuta proprio dal Quartetto Chagall.

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Da Gorizia al Giappone, incontri giovedì 5 e sabato 7 settembre

Per ricordare il novantesimo anniversario dall’inizio del soggiorno in Giappone di don Mario Marega, nel 2019 si terranno due incontri dove verranno trattate le attività sia spirituali che culturali del missionario goriziano:

– giovedì 5 settembre, ore 18.00, presso Palazzo de Grazia a Gorizia
– sabato 7 settembre, ore 18.00, presso la Chiesa di S.Andrea Apostolo a Mossa

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Zlateh la capra, spettacolo a Gorizia il 5 e 6 settembre

Nell’ambito della 28^ edizione dell’ Alpe Adria Puppet Festival del 2019 si segnala lo spettacolo

Zlateh la capra

da un racconto di Isaac Singer
con Duska Kovacevich
progetto a cura di Antonella Caruzzi
illustrazioni tratte dai disegni di Maurice Sendak
proiezioni a cura di Stefano Podrecca

A seguire visita guidata di Casa Ascoli, sede goriziana della Società Filologica Friulana, a cura di Lorenzo Drascek

– giovedì 5 settembre 2019 ore 18.00

– venerdì 6 settembre 2019 ore 19.30

Visto il numero limitato di posti, si consiglia la prenotazione

Per maggiori informazioni e prenotazioni:
CTA – Centro Teatro Animazione e figure
viale XX Settembre 14 – Gorizia
t. +39 0481 537280 – c. +39 3351753049
www.ctagorizia.it
info@ctagorizia.it

 

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Colori e luci del mio bosco - quadro di Olivia Siauss

Personale della pittrice Olivia Siauss “Colori e luci del mio bosco” alla galleria Rettori Tribbio di Trieste. Inaugurazione il 7 settembre

TRIESTE, 2 settembre 2019 – Sabato 7 settembre alle 18 s’inaugura alla Galleria Rettori Tribbio di Trieste (piazza Vecchia 6) la personale della pittrice Olivia Siauss. La rassegna, che sarà introdotta dall’architetto Marianna Accerboni, è intitolata “Colori e luci del mio bosco” ed è organizzata in occasione dei cinquant’anni di attività artistica dell’autrice. In mezzo secolo Siauss ha svolto un attento lavoro di sperimentazione espresso in tutte le tecniche, dalla pittura al disegno, all’acquerello, dal pastello all’incisione, che la rassegna testimonia attraverso quasi una trentina di opere.
Fino al 20 settembre (orario: feriali 10 · 12.30 e 17 · 19.30 / domenica 10 · 12 / venerdì pomeriggio e lunedì chiuso/ info 335 6750946).

Perfettamente inserita nel clima di rinnovamento delle arti del secondo dopoguerra, – scrive Accerboni – con grande sensibilità e in modo poetico e timbrico, Olivia Siauss ha saputo percepire la libertà compositiva che, memore delle vicende promosse da molti movimenti d’avanguardia dal primo Novecento in poi, si stava facendo strada in quegli anni nell’ambito della pittura contemporanea.
La progressiva destrutturazione dell’immagine e la scomposizione delle forme, che suggerivano agli artisti nuove strade, hanno suscitato in lei composizioni allusive, capaci di interpretare la natura – suo tema prediletto -, simbolizzata da boschi, alberi, frutta, fiori e fiabe ambientate in tali contesti, ordinate secondo una griglia morbida e un uso spesso tonale, sempre molto sapiente e sensibile, del colore. Il segno, che rappresenta, accanto al cromatismo, la trama portante del racconto di Olivia, vive talvolta di luce propria, molto più sovente è però strettamente condiviso con una pittura ad acrilico e a pastello che si fa spesso sottilmente materica, anche grazie all’apposizione su un fondo precedentemente preparato a gesso, di veline o, dal 1996, di strati di gesso più accentuati.
La discrezione e la misura che accompagnano il talento personale di Olivia Siauss, compongono una felice e originale espressione d’arte contemporanea, che ha collocato la pittrice tra i protagonisti della scena culturale triestina, regionale e non solo, ampiamente apprezzata dalla critica e dal pubblico, come testimonia questa ricca e preziosa antologica.
Una mostra – conclude Accerboni – che racconta, attraverso dipinti realizzati dal 1980 a oggi, il lavoro di una lunga vita dedicata all’arte, iniziata come attività nel ’69 e connotata dalla passione e da felici, personali intuizioni creative sul filo del contemporaneo, come per esempio le raffinate elaborazioni a computer tratte da opere autentiche dell’artista o le opere realizzate a computergraphic, secondo una delle linee di ricerca sperimentali più ricche di appeal della nostra epoca.

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018