Ceghedaccio Symphony Orchestra FVG

“Let the music play” – Ceghedaccio Symphony Orchestra FVG al Giovanni Da Udine

Venerdì 7 dicembre ore 20.45

Teatro Nuovo Giovanni da Udine

“LET THE MUSIC PLAY” CEGHEDACCIO SYMPHONY ORCHESTA FVG

La musica, lo stile e l’emozione degli anni ’70 ’80 vanno a teatro!

Primo caso in Italia nel suo genere, sul palco saliranno, tra cantanti e orchestra, 30 elementi
di livello nazionale impegnati a eseguire le più famose hit anni ’70 e ’80!

“Let the music play – Ceghedaccio Symphony Orchestra FVG”
Il progetto nasce dall’idea di far conoscere il genere musicale “disco”, nato dal Funk, Soul,
musica latina e non solo, esploso grazie al film “Satuday Night Fever” e diventato poi
un fenomeno mondiale.

A teatro l’orchestra riproporrà, completamente riarrangiati, rielaborati e con un allestimento scenico di sicuro effetto, i brani che hanno fatto ballare una generazione intera e non solo. Quel repertorio degli anni ’70 e ’80, che definire sotto l’etichetta “dance” sarebbe riduttivo. Quelle hit, che da 25 anni fanno del Ceghedaccio un evento imperdibile nel territorio.

I brani più famosi e resi celebri da artisti del calibro di Donna Summer, Eart Wind & Fire, Chic, Gloria Gaynor, Bee Gees, ABBA, e molti altri risuoneranno in teatro in un modo del tutto inedito e coinvolgente. E restre seduti sulle poltrone sarà davvero un’ardua impresa!

30 elementi tra cantanti, e orchestrali, di livello nazionale, tutti provenienti dalla regione FVG.

Direzione artistica: M° Denis Feletto

Direzione sezione d’archi: M° Domenico Mason
(Accademia d’archi Arrigoni)

Supervisione arrangiamenti: M° Valter Sivilotti

Sound engineer: Stefano Amerio (Artesuono)
Biglietti:
• Vivaticket Italia: http://bit.ly/TicketsLTMP
• Biglietteria del Teatro Giovanni da Udine

Prezzi:
13,00 € • Terza galleria
23,00 € • Prima e seconda galleria
30,00 € • Platea

Per informazioni:
• Biglietteria del Teatro Nuovo: 0432.248418
• Segreteria organizzativa: 0432.508586
• WhatsApp: 345.2655945
• E-mail: info@ceghedaccio.com

Evento in collaborazione con: Accademia d’Archi Arrigoni – Regione Friuli Venezia Giulia – Comune di Udine – Camera di Commercio di Udine – InRail S.p.A. – Banca di Udine.

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Merano Wine Festival 2018 A Marco Simonit il Premio Michele D’Innella

Merano Wine Festival 2018

A Marco Simonit il Premio Michele D’Innella

Prestigioso riconoscimento istituito da Vinibuoni d’Italia.

Con Simonit premiati Luciano Ferraro e Stevie Kim

Marco Simonit ha ricevuto il Premio Michele D’Innella 2018, prestigioso riconoscimento istituito da Vinibuoni d’Italia in ricordo di Michele D’Innella, direttore editoriale di Touring Editore che nella sua attività, con stile sobrio e con grande intuizione giornalistica, ha saputo trasferire nel catalogo delle casa editrice l’interpretazione del patrimonio vitivinicolo italiano quale altissima espressione della cultura, del territorio e della tradizione del nostro Paese.  La premiazione è avvenuta in occasione della presentazione della Guida Vinibuoni d’Italia 2019 al Merano Wine Festival.

A Simonit il Premio D'innella_Vinibuoni d'Italia (1)

Con Simonit sono stati premiati altri due importanti personaggi che hanno contribuito a valorizzare il patrimonio ricchissimo dei vitigni autoctoni italiani, ovvero il giornalista Luciano Ferraro caporedattore centrale del Corriere della Sera che nel 2002 ha ideato e realizzato la pagina Vie del gusto, e Stevie Kim Managing Director di Vinitaly International.

 

Oscar del Vino 2012 come Miglior Agronomo Viticoltore, ha ideato, con l’amico e socio Pierpaolo Sirch, il Metodo di potatura Simonit&Sirch, che ha codificato le corrette regole di potatura della vite. Negli ultimi anni ha messo a punto la tecnica di Dendrochirurgia, per salvare i vigneti dal mal d’esca senza estirparli e ha creato in collaborazione con l’ISVV dell’Università di Bordeaux il DUTE Diplôme Universitaire de Taille ed d’Epamprage, primo e unico Diploma universitario di Potatura e scelta di germogli al mondo.

 

 

 

Informazioni – Simonit&Sirch – www.simonitesirch.it – info@simonitesirch.it – Tel. +39 0432.752417

 

Ufficio Stampa – AGORA’ di Marina Tagliaferri 

 

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Fanatic a gonfie vele

La barca “gradese” tra le prime trenta migliori della “Barcolana 50” a Trieste

 

Tra le 2.689 barche iscritte alla Barcolana 2018 (edizione numero 50), c’era anche Fanatic, di Piero e Alex Peresson, una delle vele “superstar”, con 54 piedi di lunghezza e quattro vittorie alle spalle. La barca “gradese” ha fatto un’ottima gara portando a casa un 28esimo posto assoluto e un quinto nella sua categoria.

Sulla vela di Fanatic sventolava, per questa edizione, anche la città di Grado, che con Trieste condivide il golfo. Una naturale connessione? Mare, aria aperta e sport di terra e acqua, che fanno dell’offerta turistica di Grado, con il suo affascinante binomio tra mare e laguna, una delle più interessanti in regione. Perché la spiaggia non è più solo riposo, lettino e riviste da sfogliare: il turismo sportivo, che comprende sia spettatori che praticanti, secondo i dati presentati all’Unwto, International Conference on Tourism and Sports (2016), vale 800 miliardi di dollari.

 

Così Grado, già nota per le sue 28 bandiere blu consecutive per la qualità di servizi e acque di balneazione, amplia il respiro delle sue spiagge e del territorio. Che si riempie non più solo d’estate di appassionati di canoa e sup, tennis e nordic walking, e-bike, mountain bike e vela. Sullo sfondo il consolidamento di una rete di percorsi rispettosi dell’ambiente e che valorizzano prodotti e tradizioni locali: il turismo ecosostenibile e slow non è solo moda, ma il completamento naturale di un nuovo modo di intendere i luoghi e una priorità per chi, fiero del suo territorio, vuole mostrarne il vero spirito ai visitatori.A fianco delle più classiche attività sportive, appena fuori Grado troviamo quelle legate a doppio filo con la natura e la sua tutela, che passa per la conoscenza. Brilla l’isola della Cona, considerata il miglior luogo in Italia per gli amanti del birdwatching (650 specie di flora e 323 gli uccelli censiti) attrezzata per escursioni a piedi e in bicicletta, ma anche per l’equiturismo sugli splendidi cavalli Camargue in gestione naturale nella riserva.

 

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


Nasce Gente di Udine, un progetto destinato ai quartieri della città

Musicisti Tre Venezie, in collaborazione col Comune di Udine presenta:

Gente di Udine

Incontri culturali e divertenti, musicali e teatrali, curiosi e intriganti con gli abitanti dei quartieri.

Idea e conduzione di Rocco Burtone

Nasce GENTE DI UDINE, un progetto destinato ai quartieri della città, nuovo, dedicato a noi, a voi, a tutti quelli che accettano la sfida della cultura da raccontare agli amici, dello spettacolo costruito in salotto, in famiglia.

Gli spettacoli spesso hanno bisogno di ospiti e solitamente si tratta di ospiti illustri, artisti, scrittori, teatranti ecc… che quasi sempre vengono da fuori regione a raccontare le loro opere, le loro esperienze. Ci siamo posti una domanda: perché non invitare il vicino di casa? Infatti talvolta la chiave che porta ad invitare un personaggio piuttosto che il vicino non è la bravura o la competenza, ma la notorietà.  Accadrà così che una dozzina di residenti dalle diverse caratteristiche di età ed esperienze si alterneranno sul palco durante la rassegna che, non dimentichiamolo, è anche musicale, con musicisti della regione di grande esperienza e bravura.

Gente di Cussignacco

mercoledì 21 novembre 2018 ore 20,30

presso AUDITORIUM COMUNALE

Cittadini di Cussignacco: Eleonora Cuberli, Ursus Sant, Roby Colella

 

YERBA BUENA

i musicisti: Eleonora Sensidoni, Fredy Cappellini, Matias Merlo

Canti tradizionali e d’autore dell’America Latina

 

Gente dei Rizzi

mercoledì 28 novembre 2018 ore 20,30

presso la SALA PICCO:

Cittadini dei Rizzi: Chiara Bettuzzi, Elda Del Do, Fausto Medeossi

 

CANTO DELLE REGIONI

i musicisti: Arno Barzan Pianoforte, Daniela Del Mistro soprano, Francesca Smiraglia canto leggero

Il canto popolare e tradizionale delle regioni italiane

 

Progetti del 2019:

Gente di Godia: mercoledì 16 gennaio 2019 ore 20,30

Gente di San Osvaldo: mercoledì 23 gennaio 2019 ore 20,30

 

Comunicato Stampa:

Musicisti Tre Venezie

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


confindustria udine

Confindustria Udine lancia il progetto Spirito d’impresa

Si chiama ‘Spirito d’Impresa’ ed è l’innovativo e strutturato progetto lanciato da Confindustria Udine per favorire la generazione di nuova imprenditorialità, far emergere i giovani talenti nascosti tra i banchi di scuola e, contestualmente, per contrastare, nel medio-lungo periodo, il fenomeno del disallineamento tra la richiesta di specifici profili professionali da parte delle aziende del nostro territorio e la disponibilità di profili formati.

“E’ un progetto – spiega la Presidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli – che nasce dall’esigenza delle nostre aziende di avere, al loro interno, persone dotate di quelle qualità che solitamente vengono riconosciute agli imprenditori: spirito d’iniziativa, creatività, problem solving, pensiero laterale, resilienza, e che siano in grado di agire adottando una mentalità imprenditoriale. Abbiamo pertanto pensato a un percorso di diffusione della cultura imprenditoriale e di sensibilizzazione che si articolerà in diverse iniziative, accomunate da un unico filo conduttore, che dà il nome al progetto: “Spirito d’Impresa”, appunto, per sottolineare l’importanza di sviluppare questa competenza chiave per le giovani generazioni”.

I progetti coinvolgono gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado della provincia di Udine: dalle scuole primarie alle scuole secondarie di primo e di secondo grado.

Per l’anno scolastico 2018/19 sono state individuate le seguenti quattro iniziative: ‘Eureka! Funziona!’, un progetto sperimentale ideato da Federmeccanica in collaborazione con il MIUR e ispirato a un’esperienza finlandese, che consiste in una gara per piccoli inventori destinata ai bambini delle scuole elementari, i quali, partendo da un kit di materiale loro fornito, dovranno costruire un giocattolo che deve avere quale unica caratteristica vincolante quella di essere mobile. Hanno aderito le seguenti scuole primarie: Alighieri di San Pietro al Natisone, Convitto Nazionale Paolo Diacono di Cividale, primaria di Feletto, Friz e Bearzi di Udine; ‘Orient-attiva-mente’, una lezione spettacolo di orientamento scolastico per i ragazzi delle scuole medie in uscita dal primo ciclo di studi le cui famiglie, peraltro, saranno invitate a partecipare a uno dei 4 incontri informativi a supporto della scelta del percorso di studi superiori, distribuiti sul territorio provinciale: Tolmezzo, Cervignano, Udine, Cividale; ‘Talk’- ‘Storie di persone e di imprese’, un ciclo di appuntamenti che vedrà coinvolta una task-force di imprenditori che condividerà, con gli studenti delle scuole superiori (gruppi di studenti delle scuole che hanno aderito: Ceconi, Malignani, Marinoni, Stringher e Zanon di Udine e Solari di Tolmezzo), la propria esperienza professionale, raccontando, a cominciare dalla propria storia imprenditoriale, come può nascere un’idea di business e come se ne può concretamente determinare il successo; arricchisce il progetto, infine, la 19^ edizione del tradizionale ‘Fabbriche Aperte’, programma di visite agli stabilimenti di aziende rappresentative delle specificità del territorio friulano, dedicato a istituti tecnici, tecnologici e professionali: un’occasione concreta di contatto diretto con il mondo dell’industria.

“Per l’OCSE – commenta Anna Mareschi Danieli – l’Italia è uno dei Paesi con la più alta percentuale di skill mismatch e si stima che, se riducessimo tale disallineamento tra le competenze, la produttività del lavoro nel nostro Paese crescerebbe del 10%. Arrivo a dire che se riuscissimo a intervenire con maggiore efficacia sull’allineamento dei profili con le esigenze delle imprese il tasso di disoccupazione del nostro territorio sarebbe ancora inferiore, a un tasso fisiologico”.

Il database Excelsior mostra una discrepanza tra domanda e offerta di lavoro in media al 25%. E Confindustria evidenzia che ci sarà bisogno di 252mila lavoratori da impiegare entro il 2021 nei settori chiave della nostra manifattura, dalla meccanica alla chimica, al tessile, all’alimentare all’Ict. Si parla per il 60% di periti e laureati tecnico scientifici.

In questi ultimi anni, nonostante la crisi, si è rilevato che le aziende del territorio non riescono a trovare sul mercato abbastanza figure professionali con un’istruzione tecnica. A questa necessità, si sommerà, in futuro, quella di inserire in azienda manager che possano sostituire quelli che nei prossimi anni andranno in pensione.

Per questa ragione, Confindustria Udine ha avviato una ricognizione delle esigenze delle aziende associate sul fronte delle risorse umane da inserire in azienda nei prossimi cinque anni.

“Sul fronte dell’orientamento scolastico, con il duplice obiettivo di focalizzare l’attenzione sulle figure professionali necessarie e sull’imprenditorialità delle nuove generazioni – conclude la presidente – Confindustria Udine ha messo in campo questo progetto. La sfida competitiva per le nostre aziende, infatti, si gioca – oltre che sull’innovazione, l’internazionalizzazione e l’accesso al credito – sulla centralità delle risorse umane. Preparare i nostri giovani al futuro significa offrire loro concrete opportunità di realizzazione professionale e sostenere l’evoluzione del nostro sistema produttivo. Per Confindustria questo è uno degli obiettivi chiave, ma siamo convinti che debba essere un tema centrale per l’intera società, a partire dalla scuola, dalle famiglie e dalle nuove generazioni”.

Comunicato Stampa

Confindustria Udine

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018 


L’ Outlet Horm Casamania lascia Pasiano di Pordenone per Brugnera

Con il cambio sede da Pasiano a Brugnera l’outlet friulano rivoluziona il sistema di vendite del design Made in Italy, introducendo anche Skype e Whatsapp per mostrare a clienti di tutto il mondo lo stato dei mobili

Pasiano di Pordenone, 2 novembre 2018 – Horm Casamania, l’azienda friulana del mobile di design ‘Made in Italy’, lascia la sede di Pasiano di Pordenone (PN)e porta via il Factory Outlet per andare a Brugnera (PN). In occasione del trasloco ci sarà una straordinaria ‘moving sale’ presso la sede di Pasiano di soli 9 giorni, da venerdì 2 a sabato 11 novembre, che coinvolgerà i mobili di punta del brand (sedie, contenitori, tavoli e letti) con la firma dei loro grandi designer come Steven Holl, Toyo Ito, Mario Bellini, Karim Rashid, Fabio Novembre, Luca Nicchetto e tanti altri.

Arredi dal produttore al consumatore, visionabili direttamente nella sede di Pasiano di Pordenone (via Gradisca 1) oppure, real-time, tramite videoconferenza Skype e Whatsapp con operatori pronti con smartphone e tablet per un tour a prova di click.

Stiamo traslocando e per l’occasione organizzeremo una moving sales dal 2 al 11 novembre con condizioni particolarmente favorevoli su tutti i nostri mobili di design. L’offerta coinvolge anche i prodotti utilizzati recentemente nei set fotografici del nuovo catalogo. La rivisitazione e implementazione dell’offerta Horm Casamania ha coinvolto tantissimi prodotti, talmente tanti che difficilmente potrebbero trovare una collocazione nel solo mercato locale. Da qui il proposito di teletrasportare clienti di tutto il mondo all’interno della nostra azienda in Friuli” dichiara Samantha Scottà, direttrice di Horm Casamania Factory Outlet.

Ma come farlo?

Skype e  Whatsapp hanno rivoluzionato  i rapporti sociali e geografici con la loro immediatezza. Perché non utilizzarli anche per rivoluzionare il campo delle vendite?” ci dice ancora la direttrice Samantha.

Una svolta che trova il tester ideale in Horm Casamania Factory Outlet (www.hormoutlet.com), dove l’offerta si compone di mobili provenienti da mostre o set fotografici.

Queste movimentazioni”– spiega Samantha – “possono lasciare delle tracce e per tale ragione è molto importante che il cliente visioni direttamente il  mobile esposto. È difficile, per chi abita a  Londra, trovare il  tempo per raggiungere la nostra sede, e allora noi veniamo incontro mostrando in video-conference call, su Skype o Whatsapp, il mobile così esposto, pregi e difetti inclusi”  conclude la manager di Horm Casamania Factory.

In occasione del trasloco l’azienda friulana offrirà sconti dal 40% all’80% per mobili che provengono da fiere, mostre, esposizioni dei rivenditori, set fotografici, prototipi o articoli fuori produzione.

Moving Sale Special Edition

Date e orari di apertura

Da venerdì 2 novembre a sabato 11 novembre:

  • Da lunedì a venerdì: orario continuato dalle 9:00 alle 16:00
  • Sabato 3 e 10 novembre: orario continuato dalle 10:00 alle 18:00;
  • Domenica 4 e 11 novembre: dalle 14:00 alle 18:00

###

Contatti stampa:

Horm Casamania Factory Outlet

Via Gradisca, 1 – 33087 Pasiano di Pordenone
Samantha: 0434 1979 105 (diretto) / Irene: 0434 1979 103 (diretto)
Cell. +39 340 0701485
Mail: outlet@horm.it / Skype: outlet.horm / Whatsapp: +39 340 0701485
www.hormoutlet.com

RIPPLES bench by Toyo Ito

HIM & HER Fabio Novembre

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018