CCIAA PN-UD, Maxi assegni alle scuole per i video-racconti di “Storie di Alternanza”

CCIAA PN-UD, Maxi assegni alle scuole per i video-racconti di “Storie di Alternanza”

UDINE – Malignani primo classificato, Stellini secondo e Percoto terzo per la categoria “licei” (più una menzione speciale per un secondo progetto Stellini), nonché Deganutti primo e Zanon secondo per la categoria istituti tecnici e professionali. Sono i vincitori del Premio Storie di Alternanza, promosso a livello nazionale da Unioncamere e sul territorio dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine: la premiazione è andata ai migliori video-racconti realizzati dagli studenti sui loro percorso di alternanza scuola-lavoro.

Ai primi classificati è andato un maxi assegno da 1200 euro, da 800 euro ai secondi e 500 euro ai terzi, fonti del bilancio camerale. Tutti i progetti sono andati anche nel “calderone” della classifica nazionale e il video del Deganutti è risultato terzo anche a livello italiano, mentre il Malignani ha ricevuto una menzione speciale sempre nella competizione nazionale.
A premiare i video, in Sala Valduga, è stata la componente di giunta Lucia Piu, in rappresentanza del presidente Da Pozzo e dell’ente camerale. La Piu ha sottolineato l’importanza dell’attività di alternanza scuola-lavoro e orientamento che la Cciaa porta avanti, una delle nuove competenze che si è assunta dalla recente riforma e che «promuove con serietà ed entusiasmo – ha detto –, perché il futuro dell’impresa e del lavoro siete voi», rivolgendosi agli studenti e ricordando loro che «non siete soli – li ha rassicurati –: il percorso di crescita e il passaggio dalla scuola all’università o al lavoro e all’impresa sono delicati, ma non abbiate paura di chiedere e di farvi aiutare nelle vostre scelte, perché questo mondo tiene a voi e punta su di voi».
Sono stati diversi i video-progetti in cui i ragazzi hanno parlato di esperienze di alternanza realizzate nell’ambito della cultura, della tutela del patrimonio archeologico e dei libri, e alcuni si sono concentrati maggiormente sul mondo dell’economia d’impresa. Quello del Deganutti, per esempio, ha raccontato l’esperienza di Junior Achievement, di cui hanno vinto in primavera l’edizione regionale. I ragazzi hanno costituito  una mini impresa che ha progettato e prodotto “Lifepillow”, uno speciale cuscino “intelligente” per migliorare il relax e il sonno. Attraverso questa esperienza hanno dimostrato di aver maturato ottime competenze imprenditoriali di grande concretezza, analogamente a quanto fatto dal Malignani, che ha concentrato la sua esperienza sulla sostenibilità, la circolarità della produzione e la trasformazione di spazi e materiali, con una creazione artistica realizzata attraverso il recupero di produzioni di scarto dei laboratori dell’Istituto.

 

 

 

 

image_printStampa l'articolo
(Visited 8 times, 1 visits today)
Chiudi il menu
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com