Al momento stai visualizzando Comunale di Gradisca d’Isonzo, “La casa di famiglia” slitta all’8 aprile, alle 21

Comunale di Gradisca d’Isonzo, “La casa di famiglia” slitta all’8 aprile, alle 21

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO

‘La casa di famiglia’ slitta all’8 aprile 2019, alle 21

Gli abbonamenti e i biglietti acquistati rimangono validi

Per cause indipendenti dall’organizzazione di a.ArtistiAssociati, lo spettacolo ‘La casa di famiglia’, programmato inizialmente giovedì 31 gennaio, alle 21, al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo, slitterà al prossimo lunedì 8 aprile 2019.

Gli abbonamenti e i biglietti acquistati rimarranno comunque validi senza la necessità di presentarsi alla cassa del Teatro per variazioni. Per quanti avessero acquistato il biglietto dello spettacolo e fosse impossibilitato il giorno 8 aprile sarà possibile rivolgersi alla biglietteria del teatro per il rimborso.

Tornano in scena gli interpreti dalla commedia “Finchè giudice non ci separi” dopo il grande successo riscosso nelle ultime due stagioni teatrali, Toni Fornari, Luca Angeletti, Simone Montedoro e Laura Ruocco protagonisti, questa volta della pièce La casa di Famiglia. Scritta nel 2011, e ancora attualissima, “La casa di famiglia” è una delle prime commedie scritte dal quartetto di autori del teatro Golden Augusto Fornari, Toni Fornari, Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli e diretta da Augusto Fornari. ‘La casa di famiglia’ racconta la storia di quattro fratelli caratterialmente molto diversi tra loro, Giacinto, Oreste, Alex e Fanny. Una cosa hanno in comune: La Casa di Famiglia, dove sono nati e dove hanno trascorso la loro infanzia. Ognuno ormai ha una sua vita e una sua famiglia. Il loro padre è in coma da due anni e la casa vuota è da tempo inutilizzata.

Un giorno Alex convoca i fratelli  per annunciare che ha ricevuto un’offerta milionaria per cedere la casa di famiglia. Alex, che ha urgentemente bisogno di soldi, vorrebbe venderla mentre gli altri non sono d’accordo. La decisione, dopo molte discussioni, viene messa ai voti. In quest’atmosfera di incredulità riaffiorano ricordi, rancori, incomprensioni e cose mai dette che raccontano le tante sfaccettature dei rapporti familiari con gli inevitabili riflessi sentimentali e con tante sorprese e colpi di scena divertenti ed emozionanti. La commedia è una pièce teatrale divertente, ma che al tempo stesso racconta di emozioni e sentimenti in cui tutti possono identificarsi.

Martina Apollonio

ufficio stampa