Comunicazioni via Pec su indagine Excelsior: la Cciaa mette in guardia imprese e professionisti

Comunicazioni via Pec su indagine Excelsior: la Cciaa mette in guardia imprese e professionisti

UDINE – Alle Camere di Commercio stanno pervenendo segnalazioni, da parte di imprese e studi professionali, di aver ricevuto, tramite Pec, una comunicazione con oggetto “Questionario Febbraio 2020”. Il testo della mail cita Unioncamere e Anpal, dicendo che stanno realizzando assieme alle Camere territoriali «un monitoraggio – si legge in queste mail – relativo alle previsioni di assunzione per il trimestre febbraio 2020 – marzo 2020».  Il testo della Pec ricorda inoltre: «la presente rilevazione fa parte delle indagini con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale e, rammentandole che la Sua impresa fa parte del campione interessato dalla ricerca, La informiamo che riceve la presente comunicazione perché il questionario di Sua competenza non ci risulta ancora consegnato attraverso i canali previsti».

Dalla Camera di Commercio Pn-Ud si avvisa che NON RIGUARDA le indagini in corso di Unioncamere. Peraltro, la terza indagine mensile Excelsior del 2020 (previsioni per aprile – giugno 2020), non è stata avviata in regione Friuli Venezia Giulia, analogamente alle altre regioni del Nord (Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Emila Romagna) interessate dalle misure per l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Per informazioni sull’indagine Excelsior realizzata da Unioncamere-Anpal, fa riferimento sempre il sito https://excelsior.unioncamere.net.

In caso di ricezione di comunicazioni dal contenuto dubbio, è possibile contattare, per il territorio di Pordenone e Udine, il Centro Studi – Ufficio Statistica per verificarne l’autenticità (tel. 0432.273200/219, mail statistica@ud.camcom.it).

image_printStampa l'articolo
(Visited 11 times, 1 visits today)
Chiudi il menu
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com