Cultura, eventi, sviluppo turistico: numeri e fatti. Le attività promosse dal Comune di Monfalcone
La Rocca di Monfalcone

Cultura, eventi, sviluppo turistico: numeri e fatti. Le attività promosse dal Comune di Monfalcone

È tempo di analisi dei risultati per l’Amministrazione comunale di Monfalcone, almeno per quanto riguarda le competenze delle aree cultura, eventi e sviluppo turistico.
Nell’ambito della programmazione culturale, incentrata sulle attività sviluppate dal MuCa – Museo della Cantieristica, dalla Galleria d’Arte Contemporanea, dalla Rocca, dalla Biblioteca e dal Teatro, i risultati raggiunti premiano la strategia definita dal Comune e l’impegno profuso degli uffici.
“Crediamo nei numeri e nei fatti” – sottolinea il sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint – “perché testimoniano quante risorse ed energie sono state investite sulla cultura come volano economico e sociale, nella consapevolezza che la qualità degli eventi promossi avrebbe portato non solo un evidente ritorno d’immagine alla città, bensì opportunità concrete di crescita e sviluppo. E i fatti ci stanno dando ragione ”
Partendo dai numeri, 9 le mostre e 20 gli eventi organizzati al MuCa tra il 2017 e il 2020, con un incremento costante nel numero di visitatori che ha raggiunto il 250% nel periodo, grazie a una strategia di comunicazione multicanale: video, web, affissione, pubblicazioni, educational ed eventi (come la prima edizione del “MEMO Festival”).
Ugualmente impegnativa l’attività svolta dalla Galleria d’Arte Contemporanea: 30 le mostre organizzate tra il 2017 e il 2020, con un aumento notevole delle presenze, in particolare nel 2019 (ben 22.978 visitatori), grazie all’offerta di iniziative artistiche di livello nazionale e internazionale che hanno consentito alla Galleria di conquistare un riconosciuto ruolo e di avviare una programmazione triennale volta a presentare le opere di grandi artisti (Tullio Crali, Armando Depetris, Lucio Fontana), a instaurare importanti collaborazioni (Fondazione Musei Civici di Venezia e GNAM di Roma), a promuovere un filone legato alla cantieristica e agli interni navali (Nino Zoncada) e a dare visibilità agli artisti locali.
”L’intento dell’Amministrazione” – afferma l’Assessore alla cultura, Luca Fasan – “è quello di mantenere una forte componente contemporanea nelle diverse proposte espositive attraverso l’organizzazione di mostre che abbiano sempre un’identità riconoscibile e attuale, grazie all’uso di strumenti multimediali e allestimenti caratterizzati dal forte impatto interattivo, allo scopo di valorizzazione la città per attrarre un pubblico non solo regionale ma anche a livello nazionale”.
La Rocca di Monfalcone, gestita dal Comune dal 2019, ha ufficializzato un nuovo servizio di apertura nelle giornate di sabato e domenica, comprendente visite guidate e collegamento tramite navetta. Nella fortezza sono stati organizzati vari eventi (Terra sospesa, RoccaFantasy, Festival della Danza) e come luogo storico, nel 2020 è stata inserita nella programmazione della rassegna “Castelli aperti FVG” ed ha ospitato la “Rievocazione storica veneziana”.
La Biblioteca Comunale di Monfalcone ha incrementato negli anni il numero e la qualità delle iniziative: 255 nel 2017, 295 nel 2018, 321 nel 2019, 88 nel 2020 (a causa dell’emergenza Covid). Da ricordare l’impegno profuso per l’organizzazione, nel 2019 e nel 2020, di Geografie Festival, promosso dal Comune di Monfalcone e dalla Fondazione Pordenonelegge.
Ricca la programmazione del Teatro Comunale, tra concerti e spettacoli di prosa, che ha visto crescere annualmente il numero degli abbonati, anche grazie a un’intensa attività di formazione del pubblico, con le iniziative “Dentro la scena”, “Dietro le quinte”, “Piccolipalchi” e “Teatro&Scuola”.
Per quanto riguarda l’organizzazione di eventi, in crescita il numero delle giornate di animazione: 120 nel 2017, 136 nel 2018, 164 nel 2019. Nel 2020, nonostante le normative per la sicurezza sanitaria, sono state proposte 127 giornate di animazione. La promozione degli eventi attraverso i canali tradizionali (affissioni, quotidiani e riviste, radio e tv) è stata affiancata da una forte azione sui social media, in particolare attraverso la pagine di Monfalcone eventi e l’iniziativa #laculturatifacompagnia durante il periodo di lockdown.
La promozione turistica è stata avviata con l’inaugurazione della nuova sede IAT, a maggio 2019, aperta 7 giorni su 7, con personale a disposizione per offrire informazioni turistiche e non solo. Il prodotto “Mare Monfalcone”, per un mare da vivere tutto l’anno, ha lanciato Marina Julia quale migliore meta del medio-alto Adriatico per gli appassionati di Kitesurf e Windsurf, grazie alla creazione e promozione del brand “Spot Marina Julia”.