Fondazione Carigo, rinnovato per il prossimo triennio l’accordo quadro con le Università di Trieste e di Udine a sostegno del Polo universitario di Gorizia

Fondazione Carigo, rinnovato per il prossimo triennio l’accordo quadro con le Università di Trieste e di Udine a sostegno del Polo universitario di Gorizia

È stato sottoscritto nei giorni scorsi un nuovo Accordo Quadro tra la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia presieduta da Roberta Demartin e le Università di Trieste e Udine – guidate, rispettivamente, dal rettore prof. Roberto Di Lenarda e dal prof. Roberto Pinton – che rinnova per il prossimo triennio il rapporto di collaborazione, già in atto negli scorsi anni, volto specificamente al sostegno e allo sviluppo dei corsi universitari presenti nel Polo di Gorizia, con particolare riferimento alla ricerca scientifica e il correlato aspetto didattico, così come all’ampliamento e rafforzamento dell’offerta formativa.

L’ambito dell’Educazione, istruzione e formazione”, che include il sostegno al polo universitario locale, è stato messo al centro degli interventi della Fondazione per il triennio 2020-2022, come indicato nel Piano Pluriennale predisposto dal Consiglio di Amministrazione e approvato dal Consiglio di Indirizzo alla fine del 2019, con la consapevolezza che l’educazione e la formazione rappresentino nella società contemporanea le sfide più importanti, da affrontare con coraggio e concretezza, attraverso azioni innovative e sostenibili. «La Fondazione», sottolinea il presidente Roberta Demartin, «ha voluto porre al centro della propria attenzione la risorsa più pregiata: i giovani. Riteniamo infatti fondamentale la valorizzazione del potenziale delle future generazioni, cui dovremo passare il testimone, riconoscendo, attraverso adeguati percorsi formativi, il protagonismo che spetta loro di diritto e la possibilità di intraprendere un percorso di consapevolezza del ruolo che potranno ricoprire nella società». Prosegue il Presidente «Puntare sui giovani significa scatenare e valorizzare le intelligenze che si trovano nei grandi luoghi di formazione della conoscenza del nostro Paese, sostenendo il polo universitario locale e promuovendo la ricerca scientifica come generatore di sviluppo del territorio».

Con il rinnovo di questo Accordo Quadro, quindi, la Fondazione ha voluto puntare al consolidamento e al rafforzamento della presenza universitaria a Gorizia mediante il sostegno diretto alle due Università che presenteranno un programma annuo di interventi tesi a valorizzare le componenti formative e di ricerca presenti sul territorio goriziano.

La Fondazione si è impegnata allo stanziamento annuo di 50mila euro per ogni Università per ciascun anno di durata della convenzione. Raddoppiate dunque le risorse rispetto al triennio precedente, che passano da 50mila euro a 100mila euro complessivi all’anno.

Il rinnovo di questo accordo è un ulteriore tassello per concretizzare il piano di interventi che la Fondazione Carigo ha scelto di riservare ai giovani: una pianificazione complessiva e prospettica che intensifica il ruolo di stimolatore dello sviluppo e di innovatore sociale.