Al momento stai visualizzando IdeaNatale dal 25 al 27 novembre alla Fiera di Udine. Ingresso gratuito

IdeaNatale dal 25 al 27 novembre alla Fiera di Udine. Ingresso gratuito

A un mese esatto da Natale apre IDENATALE, che da 33 edizioni occupa un posto speciale nelle aspettative degli espositori e nei desiderata di migliaia di visitatori in attesa di questo evento per perpetuare uno dei gesti più antichi e belli al mondo: regalare.  Con IDEANATALE, Udine e Gorizia Fiere prolunga ai giorni nostri il viaggio di una delle tradizioni più caratteristiche del Natale: lo scambio dei doni. Un viaggio che dai Saturnali degli antichi romani arriva fino a Santa Claus, passando per i doni che i Re Magi portarono a Gesù.

La tradizione a noi più vicina dice che l’albero, il presepe e gli addobbi natalizi, si preparano l’8 dicembre, ma studi recenti rivelano che addobbare a festa le nostre case prima dei tempi canonici evoca piacevoli ricordi d’infanzia e magiche emozioni che ci aiutando ad essere più positivi…e in periodi come questi, male non fa, anzi.  IDEANATALE ha quindi precorso i tempi visto che, ormai da decenni, si svolge a novembre consigliandoci negli acquisti, evitandoci corse estenuanti dell’ultimo minuto e favorendo occasioni promozionali e di business per le piccole medie aziende espositrici, molte delle quali sono micro imprese artigianali, associazioni, cooperative e consorzi.

Mancata all’appello solo nel 2020 a causa della pandemia, quest’anno IDEANATALE si prepara ad accogliere il suo affezionato pubblico da venerdì 25 a domenica 27 novembre, e stavolta lo potrà fare senza l’obbligo delle mascherine che lo scorso anno “oscuravano” il piacere del trovare il regalo più appropriato per sé e per gli altri.  Tre giorni che faranno della Fiera di Udine un grande, colorato e animato mercato natalizio dove gli oltre 150 espositori del F.V.G. e di altre regioni italiane ce la metteranno tutta per consigliare, far indossare, annusare e assaggiare il regalo giusto, da quello più impegnativo a quello più economico, sempre originale e mai banale.  Nella collaudata vetrina di IDENATALE troveremo, infatti, palline decorate a mano e le creazioni dell’artigianato artistico, tessuti e abbigliamento, accessori, ponci e calde coperte, decorazioni e addobbi natalizi di tutte le forme, alberi di natale, presepi realizzati manualmente con materiali naturali, dolci e strenne agroalimentari, oggettistica da regalo, giochi, giocattoli, profumi ed essenze naturali, proposte vacanze sulla neve, viaggi e relax. Da sempre IDEANATALE valorizza l’inestimabile impegno e il frutto dell’operato del Terzo Settore, del volontariato e del no-profit proponendo idee regalo solidali. 

Creatività, solidarietà, ma anche sostenibilità: negli stand anche oggetti e produzioni attente al risparmio, all’ambiente, al recupero di materiali come per esempio borse e accessori confezionati a mano da un laboratorio artigiano di Lignano Sabbiadoro riutilizzando le vele. 

Il libro è un regalo che si apre infinite volte e al libro, agli autori, agli editori locali, ai librai è dedicata Idea Libro con i suoi desk espositivi nel padiglione 6 e con una serie di incontri, presentazioni e anteprime di libri e racconti per tutte le età.

Senza rinunciare alla gioia del dono, risparmiare e spendere in maniera oculata e intelligente è d’obbligo anche a Natale e anche per questo la Fiera ha deciso di rinnovare l’ingresso gratuito e di concentrare la durata e l’efficacia della fiera portandola da 5 a 3 giornate piene, con stand aperti dalle 10.00 alle 20.00. Una scelta che consentirà agli espositori di ridurre i costi di partecipazione (le tariffe non sono state aumentate) e agli organizzatori di tenere sotto controllo le spese di luce e riscaldamento.

L’inaugurazione si terrà alle 17.00 di venerdì 25 novembre con gli interventi del Presidente di Udine e Gorizia Fiere Antonio Di Piazza, del Sindaco di Udine Pietro Fontanini, del Presidente dalla Camera di Commercio di Pordenone e Udine Giovanni Da Pozzo, del Presidente nazionale Federcasalinghe Federica Rossi Gasparrini e, per le conclusioni, dell’assessore regionale alle attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini.  

«La presenza dell’Assessore Bini alla Fiera di Udine – afferma Di Piazza – esprime ancora una volta la vicinanza della Regione alla Fiera e a IDEANATALE.  La partecipazione della Regione anche a questa manifestazione, attraverso PromoTurismoFVG, si concretizza nella promozione del territorio regionale, delle sue bellezze e attrattive che troveremo infatti nello stand di PromoTurismoFVG, presente anche quest’anno al padiglione 6 con le proposte per l’imminente stagione invernale dedicate a turisti e cittadini del FVG.  Più di 100mq dedicati al nuovo merchandising “Io sono Friuli Venezia Giulia” e soprattutto agli skipass giornalieri con data aperta». Oltre a mantenere i prezzi più competitivi di tutto l’arco alpino, in questa occasione potranno essere acquistati alla tariffa scontata di 35 Euro, rendendo ancora più vantaggioso sciare sulle nostre montagne. 

A far conoscere e valorizzare i nostri magnifici paesaggi, i prodotti tipici, le strutture, i servizi e le attività ci penseranno anche realtà come il Consorzio Sappada Dolomiti Turismo, le Pro Loco etc. Arriva dalla Pro Loco di Sutrio un’anteprima del presepe che dopo IDEANATALE andrà nel cuore di piazza San Pietro a Roma. 

«A contribuire al successo che IDEANATALE ha saputo costruire nel tempo – precisa il Presidente Di Piazza – c’è anche il sostegno della Fondazione Friuli, particolarmente attenta ai valori culturali e agli obiettivi sociali che la Fiera persegue nella sua attività a favore del territorio. Alla Fondazione va il mio personale ringraziamento per la disponibilità che da anni dimostra nei confronti di questo prestigioso evento».

A IDEANATALE ci sarà anche Kugj, la mascotte ufficiale di Eyof 2023 Friuli Venezia Giulia, disegnata da Paolo Venuti e realizzata dalla Trudi Spa, l’azienda di Tarcento nota in tutto il mondo per la qualità dei suoi peluche. Kugj, simpatica marmotta simbolo della montagna, rispecchia molti dei valori del XVI Festival Olimpico della Gioventù Europea e non a caso è presente alla vetrina del regalo: dal 21 al 28 gennaio 2023, la Fiera di Udine ospiterà una sezione delle le gare del Festival per promettenti giovani atleti europei che si sfideranno sul territorio regionale e anche nei vicini paesi dell’Austria (a Spittal) e della Slovenia a (Planica).

IDEANATALE piace anche perché mette assieme la ricerca e l’acquisto del regalo a qualcosa che non si compra, ma si vive in prima persona: sono gli eventi a cui adulti e bambini possono partecipare gratuitamente regalandosi un’esperienza piacevole, divertente e costruttiva. Il programma è ricco di appuntamenti e talenti come lo spettacolo di Danze della tradizione italiana e le danze popolari che l’Associazione ‘Lo stivale che balla’ proporrà nella mattinata e nel pomeriggio di sabato 26 novembre, nell’area eventi del padiglione 7 che, nella stessa giornata, diventerà il luogo dove potremo riascoltare le colonne sonore più belle della nostra infanzia, interpretate dai cantanti di Modart nello spettacolo ‘Il Magico Sogno del Natale’ 

Grande attesa per ‘Udine Danza’, rassegna regionale delle Scuole di Danza ADI-FVG, in programma nel pomeriggio domenica 27 novembre per chiudere in bellezza la tre giorni di IDEANATALE. Sul palco del padiglione 7 si alterneranno decine di allievi di ben 12 scuole. Evento patrocinato da AssoDanza Italia, la rassegna, curata da Axis Danza con la direzione artistica di Federica Comello, esprime la sinergia e l’energia di tutte le forze che collaborano alla formazione di base nella danza e alla diffusione dei valori culturali e morali insiti nello studio di questa affascinante disciplina.

Maggiori info e tutto il programma eventi su www.ideanatale.it 

Orario: tutti giorni dalle 10.00 alle 20.00

Accesso da ingresso ovest 

PROGRAMMA EVENTI GIORNO PER GIORNO

La partecipazione è gratuita 

Work in progress….

  ••• VENERDI’ 25 NOVEMBRE

  Ore 17.00 

INAUGURAZIONE della 33^ edizione di IDEANATALE

Intervengono:

Antonio Di Piazza, Presidente Udine e Gorizia Fiere 

Pietro Fontanini, Sindaco Comune Udine

Federica Rossi Gasparrini, Presidente nazionale Federcasalinghe

Giovanni Da Pozzo, Presidente Camera di Commercio Pordenone – Udine

Sergio Emidio Bini, Assessore regionale alle attività produttive e turismo

Dalle ore 18.00 alle 19.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Presentazione del libro “ELIO BARTOLINI. Il ponte della storia” di Enrico Petris

Kappa Vu Edizioni – Collana Biografie

pastedGraphic.png

La grande rilevanza di Elio Bartolini (1922-2006) non sta solo nel vasto spettro della sua opera narrativa che comprende romanzi, racconti, biografie,

opere teatrali, soggetti cinematografici, sceneggiature e poesie. Egli fu capace con la sua forte fede ed il suo risoluto impegno politico di dare sostanza

etica ad una scrittura che si affida sempre ed in modo determinante al corrimano della storia. Attraverso la lente della storia, questo saggio intende 

ricostruire una visione unitaria dell’opera dello scrittore friulano.

 

••• SABATO 26 NOVEMBRE

Dalle ore 11.00 alle 12.30 / Area Eventi padiglione 7

Spettacolo di DANZE DELLA TRADIZIONE ITALIANA

Piccola esibizione e animazione

Associazione “Lo Stivale che Balla”

Dalle ore 15.00 alle 16.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Presentazione del libro “IL FURLAN «queneau» TI STUFE” di Carlo Tolazzi

Kappa Vu Edizioni – Collana Didattiche

pastedGraphic_1.png

Savê che No dome modon e je une frase che si pues lei cul istès signi_cât sei tacant di çampe sei di drete, no ti cambie la vite. 

Rivâ a meti adun trente riis di prose cence doprâ mai la letare a no ti dà il Nobel.

Scuvierzi che lâ tal mar a fâs mâl plui che un prejudizi e je une frase che e dopre simpri la stesse vocâl no ti insiore la cognossince interiôr. 

Si clame zuiâ cu lis peraulis. Lu à ispirât, cence nancje savêlu, Raymond Queneau (si lei “chenò”) cul so laboratori di leterature potenziâl (Oulipo), 

e al è conseât une vore, massime in câs di: alergjie a lis gramatichis, ae koinè, a lis coniugazions e a lis grafiis istituzionâls; 

sossedàrie; no savê ce fâ; spietis lungjiis dal miedi, dal tren o dal autobus; pierdite dal celulâr; nàusie de television. 

Tignîlu a tîr dai fruts.

Sapere che No dome modòn è una frase che si può leggere con lo stesso signi_cato tanto iniziando da sinistra quanto da destra, non ti cambia la vita. 

Riuscire a mettere insieme trenta righe di prosa senza mai usare la lettera a non ti dà il Nobel. 

Scoprire che lâ tal mar a fâs mâl più che un pregiudizio è una frase che usa sempre la stessa vocale non ti arricchisce la conoscenza interiore. 

Si chiama giocare con le parole.  Lo ha ispirato, senza neppure saperlo, Raymond Queneau (si legge “chenò”) con il suo laboratorio di letteratura potenziale (Oulipo), 

ed è molto consigliato, specialmente in caso di: allergia alle grammatiche, alla koinè, alle coniugazioni e alle grafie istituzionali; 

sbadigliamenti; non saper come passare il tempo; lunghe attese dal medico, per il treno o l’autobus; perdita di telefonino; nausea della televisione. Tenerlo a portata dei bambini.

Dalle ore 15.00 alle 17.00 / Area Eventi padiglione 7

DANZE POPOLARI 

Animazione aperta a tutti

Associazione “Lo Stivale che Balla”

Dalle ore 16.00 alle 17.00 / Area Libri padiglione 6

I Maestri di sci di Sappada in gara

Evento a cura del Consorzio Sappada Dolomiti Turismo 

Dalle ore 17.00 alle 18.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI 

Gli autori Paolo Morganti e Nicola Skert presentano “L’INGANNO DELL’ALCHIMISTA” e “ULTIMA FERMATA MISINCINIS”

Morganti Editori

pastedGraphic_2.png

Tancredi Colonna possiede a Milano una libreria specializzata in esoterismo. Grazie alle sue competenze in materia, aiuta spesso i Carabinieri a risolvere casi intricati. Dopo essere stato coinvolto suo malgrado in un grave fatto di sangue legato all’ambiente delle sette sataniche, lascia la caotica città di Milano e si trasferisce a Maniago, un tranquillo paese friulano. Qui il Fato ha in serbo per lui l’acquisto, a dir poco vantaggioso, di una villa completamente arredata in cui migliaia di libri antichi, fra i quali molti testi manoscritti di alchimia, di magia e di esoterismo, attendono di essere catalogati. Dopo l’acquisto, Tancredi trova nella nuova casa un prezioso oggetto d’antiquariato, un piatto da esposizione fuso in una lega sconosciuta uscito dalle mani di Benvenuto Cellini e dall’ingegno del mago visionario Nostradamus. Il ritrovamento scatena una serie di avvenimenti oscuri e inspiegabili, cui Tancredi si trova a dover dare una spiegazione. Lo affiancano nelle indagini il carabiniere Sergio Boscolo, il simbolista Giacomo Freddi e la sua nuova commessa, la stagista Sibilla De Marchi. In una girandola di incontri inaspettati, di omicidi e di colpi di scena, Tancredi sembra farsi fuorviare dagli adepti della Fondazione di natura esoterica chiamata Il Nodo di Salomone. Costoro lo inducono ad accettare di percorrere un sentiero iniziatico che ha per tappe San Giovanni d’Antro nella friulana Pulfero, Praga, Venezia e Torino. Nel capoluogo sabaudo, città magica per eccellenza e confluenza della magia bianca e nera, tutto si concluderà. Alla fine, però, nulla sarà come appare.

pastedGraphic_3.png

Il commissario Giovanni Sante, siciliano d’origine, da alcuni anni vive in Friuli Venezia Giulia e lavora nella questura di Udine.
Molto bravo nel suo lavoro, possiede una visione alternativa delle cose e degli uomini, concessagli in dotazione dal ventaglio di sintomi della sindrome autistica di Asperger.
A supportarlo ufficiosamente nelle indagini è l’amico Emilio Marin, professore in genetica agraria con la passione per la biologia forense.
Quello che inizialmente appare come un incidente, la morte di un bioarcheologo avvenuta in un sito celtico scoperto a Misincinis, nelle Alpi Carniche, allo sguardo acuto di Sante si rivela tutt’altro che accidentale.
Le indagini lo portano a contatto con il mondo dell’archeologia, dell’Università e di una misteriosa Fondazione.
Scoprirà, sotto a fittizi nobili propositi culturali, moventi oscuri e calcolati interessi che ruotano attorno al rinvenimento di un antichissimo manufatto, in grado di confermare la teoria straordinaria dell’origine celtica di Gesù.

Dalle ore 18.00 alle 19.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI

Presentazione del romanzi gialli “ENOKILLER E FRICOKILLER” 

con gli autori Nicola Skert, Barbara Cimbaro, Gabriella Bucco, Paolo Morganti, Vieri Peroncini, Fabio Piuzzi, Antonella Favaro.

Morganti Editori 

pastedGraphic_4.png  pastedGraphic_5.png

La collana Cattivi Golosi accoglie antologie di racconti giallo-noir, in cui il cibo diventa movente, alibi e protagonista della scena letteraria e di quella del crimine. Ogni titolo rende protagonista un prodotto del paniere agroalimentare o un piatto famoso. Lo scopo, oltre che divertire il lettore e sollecitare le sue doti deduttive per arrivare alla soluzione del ‘caso’, è mostrare come anche il cibo – elemento buono, positivo e di conforto – possa nascondere un lato oscuro e poco rassicurante.

Dalle ore 18.00 alle 19.00 / Area Eventi padiglione 7

IL MAGICO SOGNO DEL NATALE

Spettacolo natalizio con le colonne sonore più belle della nostra infanzia, interpretate dai cantanti Modart: 

Francesca Breda, Luca Brotto, Michela Franceschina, Ester Pagnutti, Simona Persello

A cura di Modart

Quattro meravigliosi cantanti ci accompagnano attraverso un magico viaggio interpretando i brani Disney che hanno incantato tutti noi fin da piccoli: La Sirenetta (Parte del tuo Mondo), La bella e la bestia (È una storia sai), Pocahontas (I Colori del Vento), Frozen (All’alba sorgerò), La carica del 101 (Crudelia De Mon), Il re leone (Il cerchio della vita) …solo per citarne alcuni …

Gli interpreti:

Michela Franceschina, pianoforte e voce

Ester Pagnutti, Francesca Breda e Luca Brotto, voci soliste

Simona Persello, attrice

Regia di Devid Conte

A cura dell’agenzia Modart  

Dalle ore 19.00 alle 20.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG  

Presentazione del libro “TAGLIAMENTO. Il fiume dei tigli” – The lime-tree river 

Testi di Tiziano Fiorenza e Umberto Sarcinelli. 

Fotografie di Giuliano Aita, Tiziano Fiorenza, Eugenio Novajra, Lucio Tolar

Tiglio Edizioni

pastedGraphic_6.png

Un bivio, una ramificazione, che divide la catena montana in un est e in un ovest nel tronco principale del Tagliamento. Come un tiglio posato orizzontalmente su un piano che si parte in due rami a loro volta suddivisi in altri rami, sempre più piccoli. Potrebbe essere una potente metafora, ma questa figura è poco metafisica. I rami sono di acqua, e ghiaia, che prendono il nome di torrente, ruscello, rio, agar e le foglie sono sorgenti che alimentano il tutto. Questo libro è il tentativo di raccontare il Tagliamento, la stupefacente complessità e la straordinaria bellezza di un fiume che ha creato il Friuli dandogli in eredità meraviglie naturali, biodiversità e multiculturalismo e di mostrare il tutto con le splendide fotografie dei nostri autori.

Un libro molto atteso da tutto il mondo che segue l’ambiente e, in particolare, il territorio del FVG. 

Come si evince dal titolo, il libro è editato in lingua Italiana e Inglese, come tutte le pubblicazioni de Il Tiglio Edizioni.

••• DOMENICA 27 NOVEMBRE

Dalle ore 12.00 alle 13.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Presentazione del libro “I BRIGANTI DELLA CARNIA” di Francesco Boer

Edizioni White Cocal Press

 

Cosa succede quando un bisiaco doc, vinto dai sensi di colpa e dalle preoccupazioni per il fisico cadente, lascia la routine divano-osteria e decide di andare a camminare sui sentieri della Carnia? 

Quella che doveva essere una passeggiata di poche ore diventa un’avventura assurda e comica. Le valli che ha scelto per l’escursione sono infatti il rifugio dei briganti: un gruppo di balordi provenienti da tutta la regione, e pure da oltre confine. Gente selvatica, in fuga dalla civiltà, che si è trovata assieme per vivere di ruberie e banchetti spropositati. 

Nonostante le ritrosie iniziali, anche il nostro protagonista finisce per unirsi ai briganti. La sua vita si trasformerà di colpo, portandolo fra salami impanati e scontri coi vigili urbani, improbabili tornei di botte, capre alla griglia, ruspe sui sentieri e tante, tante grappe. 

Fra tutte queste cose c’è anche una riflessione sul rapporto fra uomo e natura, e la tensione fra società e anarchia. Ma è ben nascosta dietro fagioli, porconi e inseguimenti.

Dalle ore 15.00 alle 16.00 / Area Libri padiglione 6

Gli antichi sapori di Sappada. Presentazione e degustazione

Evento a cura del Consorzio Sappada Dolomiti Turismo 

Ore 16.00 / Area Eventi padiglione 7

“UDINE DANZA”. RASSEGNA REGIONALE SCUOLE DI DANZA ADI-FVG

Evento patrocinato da AssoDanza Italia e al quale prendono parte gli allievi di 12 scuole

Direzione artistica Federica Comello. Presenta Elisabetta Brunello Zanitti

A cura di Axis Danza

Dalle ore 16.00 alle 17.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Maura Pontoni, Direttrice editoriale presenta il libro “LA FATINA DEI CEROTTI” di Sara Busolin

Orto della cultura Casa Editrice 

pastedGraphic_8.png

Farsi male…una sbucciatura…che paura!

Il dolore spaventa, quello fisico può terrorizzare i più piccoli fino a diventare una vera e propria fobia.

Le prime esperienze con una ferita non sono mai entusiasmanti e molti bambini soffrono al punto di avere timore di farsi mettere un cerotto.

Ecco che arriva la fatina dei cerotti!

Una fata pasticciona, è bene dirlo, che ne combina di tutti i colori prima di fare bene il suo lavoro. Quando arriva l’aria profuma di biscotti e se ti lancia un cerotto puoi star certo che starai subito meglio. Sembrerebbe tutto perfetto fatta eccezione per…la sua pessima mira!

Dalle ore 17.00 alle 18.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Presentazione del libro “P.A.M.” di Chiara Dorigo, Sara Francovig, Stefania Pittioni

Kappa Vu Edizioni – Poesia

pastedGraphic_9.png

Per fare delle buone Poesie a Manovella sono necessarie poche cose semplici ma importanti: tre donne dai caratteri diversi ma perfettamente complementari, una passione sfrenata per i libri, la potenza dell’incontro con le vostre storie e le vostre vite, e la magia del filtrare queste emozioni attraverso il mitico brustulin che sa dedicarvi parole che vi appartengono anche se ancora non lo sapete. Tutto questo dovrebbe essere un diritto, nel frattempo è quasi amore.

Dalle ore 18.00 alle 19.00 / Area Libri padiglione 6

IDEALIBRI: incontri e presentazioni con l’Associazione Editori del FVG     

Sara Busolin presenta il libro “LA QUARTA PORTA” di Elio Valerio

Orto della cultura Casa Editrice 

pastedGraphic_10.png

Gli ultimi fuochi d’artificio, gli sprazzi abbaglianti e il botto finale di una coppia in crisi. La fuga in auto verso il mare, verso la libertà. Lo scontro violento con un Tir, giusto alle porte di Palmanova.

Il viaggio fantastico di Giorgio comincia così: appiedato, aggobbito, dolorante, raggiunge il centro della piazza di Palma. Ma da lì, attraverso un canale subliminale, un salto nel tempo e nello spazio lo sbalzerà dal Friuli del terzo millennio alla Venezia del 1600, nella Serenissima al suo massimo splendore.

In una bettola oscura, all’ombra della Cà Rampana, si lascerà ubriacare e finirà arruolato con l’inganno per la costruzione della più poderosa città fortezza mai vista prima: il gioiello a nove punte della Serenissima Repubblica di Venezia, Palmanova.