Al momento stai visualizzando Il Conservatorio Tartini di Trieste celebra venerdì 6 maggio il “suono” di Luigi Nono con Nicola Cisternino, amore di “Caminantes”, e la compagna di vita del grande compositore, Nuria Schoenberg Nono
Nicola Cisternino e Nuria Schoenberg Nono

Il Conservatorio Tartini di Trieste celebra venerdì 6 maggio il “suono” di Luigi Nono con Nicola Cisternino, amore di “Caminantes”, e la compagna di vita del grande compositore, Nuria Schoenberg Nono

  • Categoria dell'articolo:Trieste
  • Autore dell'articolo:

Seconda tappa del nuovo ciclo di seminari Orfeo e Psiche, ideato e curato dal musicologo Marco Maria Tosolini per il Conservatorio Tartini di Trieste: un itinerario di formazione e approfondimento sulle prospettive delle conoscenze sonoro-vibrazionali e i nuovi linguaggi musicali. Dopo lo straordinario incontro con il Maestro Salvatore Sciarrino, uno dei più grandi compositori viventi, i riflettori si sposteranno venerdì 6 maggio su un altro nome iconico della musica contemporanea, il compositore Luigi Nono, al quale è dedicato il seminario “Suono, spazio, ascolto nell’opera di Luigi Nono” affidato, dalle 11 alle 15 al nell’Aula Magna del Conservatorio Tartini a Trieste (via Ghega 12) al compositore Nicola Cisternino, autore di Luigi Nono Caminantes Una vita per la musica Intrecci e testimonianze (Edizioni Il Poligrafo, 2021). La pubblicazione ha aperto uno sguardo curvo sull’opera del compositore veneziano attraverso otto dialoghi a largo spettro con i protagonisti più diretti della sua avventura sonora: dalla compagna di vita di Luigi Nono, Nuria Schoenberg Nono, a Sylvano Bussotti, Massimo Cacciari, Emilio Vedova, Roberto Fabbriciani, Stefano Scodanibbio, Giancarlo Schiaffini ad Alvise Vidolin. Eccezionalmente, in collegamento audiovideo porterà un contributo di straordinaria ricchezza all’incontro anche Nuria Schoenberg Nono, alla soglia dei suoi vividissimi 90 anni (7 maggio),. L’opera di Luigi Nono verrà riletta a partire dalle sue strette connessioni storiche con la tradizione musicale polifonica cinquescentesca della scuola marciana da cui si origina, alle matrici sonoro-linguistiche della sua ricca e variegata produzione compositiva dagli anni Cinquanta agli anni Novanta, al suo intreccio vitale con suoi maestri e compagni di strada, da Gian Francesco Malipiero a Bruno Maderna, Emilio Vedova a Massimo Cacciari. Il seminario si completerà con la proiezione del film di Olivier Mille, L’Archipel Nono (1989), una preziosa testimonianza diretta e ultima di Luigi Nono “Caminantes” per i canali e le calli della sua Venezia. Nello spazio saranno esposti alcuni ritratti segnoiconici dei Caminantes realizzati da Cisternino nel corso della stesura del volume e ispirati dalla nota epigrafe muraria letta dal compositore nel chiostro del convento di Toledo a metà degli anni ottanta (Caminantes no hay camino hay que caminar): Luigi Nono, Bruno Maderna, Emilio Vedova, Andrej Tarkovskij, Sylvano Bussotti, Giacinto Scelsi, John Cage. Info e iscrizioni conts.it – tel 040.6724911
Compositore e artista diplomato presso il Conservatorio ‘di Parma e laureato presso il DAMS di Bologna, Nicola Cisternino è stato allievo per la composizione di Sylvano Bussotti. Autore di originali scritture musicali (Graffiti Sonori) rivolte all’orecchio ma anche all’occhio, le sue musiche sono state eseguite in varie parti del mondo. Oltre a diversi Cd e a numerose pubblicazioni su varie riviste internazionali,  ha curato, assieme a Pierre Albert Castanet, il volume “Giacinto Scelsi Viaggio al centro del suono” ideando e dirigendo varie iniziative scelsiane su richiesta di Franco Battiato per il Festival di Fano (1997), per il Dipartimento Musica e Spettacolo CIMES dell’Università di Bologna (2001) e per la Societas Raffaello Sanzio e Nuova Consonanza (2002). Dal 2001 è docente di Arti e Musiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.