Al momento stai visualizzando Il metaverso per le pmi: martedì 21 giugno il seminario proposto dalla Cciaa PN-UD con casi aziendali e “demo” tenuto da Marco Zanuttini, ceo di Techstar,

Il metaverso per le pmi: martedì 21 giugno il seminario proposto dalla Cciaa PN-UD con casi aziendali e “demo” tenuto da Marco Zanuttini, ceo di Techstar,

  • Categoria dell'articolo:Udine / Web
  • Autore dell'articolo:

“Metaverso” è un concetto che ha permesso negli ultimi due anni di aggregare idee e tecnologie in parte preesistenti, fino a definire oggi l’ambiente virtuale immersivo, 3D e condiviso e le interazioni che vi si sviluppano, dalla realtà virtuale al mondo del design 3d e ancora alla realtà aumentata, alla data analysis, alla blockchain e non solo. Proprio per conoscere meglio questo “ambiente”, la Camera di Commercio Pordenone-Udine, con i suoi uffici I.Ter Formazione, organizza un inedito approfondimento domani, martedì 21 giugno alle 17.30 in sala Valduga e in diretta streaming sul canale YouTube della Cciaa.
“Si può già fare impresa nel Metaverso?” è il titolo dell’incontro e la domanda che aiuterà i partecipanti a trovare risposte su che cos’è il Metaverso, su come ci si entra e su che cosa sono “Meta Presence” e “MetaForce”, le soluzioni TechStar per la “trasformazione virtuale” delle aziende. L’evento consentirà di scoprire anche dei casi aziendali e ci sarà anche spazio per una “demo” delle soluzioni presentate.
«Oggi non solo le condizioni tecnologiche, ma anche quelle storiche, sociali ed economiche hanno completamente rinnovato le nostre abitudini nell’uso della tecnologia, preparandoci a un salto evolutivo nella comunicazione umana – anticipa Marco Zanuttini, ceo e fondatore di TechStar Srl, che interverrà all’incontro Cciaa –. Se siamo sempre più consapevoli di come alcune vecchie abitudini siano rischiose per le persone, costose per le aziende e perfino dannose per l’ambiente, abbiamo anche bisogno di più che un viso in 2d su uno schermo. È qui che si gioca una delle rivoluzioni del Metaverso». Infatti, aggiunge il ceo, «grazie agli avatar, di fatto le nostre “copie digitali”, possiamo esplorare in modo nuovo il concetto di vicinanza fisica e le interazioni con le persone e gli oggetti, perfino le emozioni. Lo sviluppo dei digital twin, copie digitali del tutto fedeli create per gli oggetti e prodotti reali, ci permette di costruire, o ricostruire, la nostra realtà nel Metaverso nei modi più disparati».
Lo hanno capito i grandi player internazionali, ma lo stanno comprendendo in fretta tutti. Non sono solo i big, infatti, a poter beneficiare del Metaverso, come sarà chiarito all’incontro di domani, martedì 21 giugno, in cui anche le pmi locali potranno avere tutte le informazioni per fare questo salto nel presente-futuro.