Inaugurata a Udine la nuova sede di Arte e Libro Onlus

Inaugurata a Udine la nuova sede di Arte e Libro Onlus

UDINE –  Taglio del nastro per la nuova sede di Arte e Libro Onlus a Udine. Venerdì 18 ottobre 2019, sono stati ufficialmente inaugurati i nuovi locali in viale Tricesimo 181 che, dallo scorso gennaio, ospitano la cooperativa nata 35 anni fa. La Onlus si occupa, fin dagli albori, di fornire inserimento lavorativo a persone svantaggiate – diversamente abili o provenienti da situazioni di disagio -, una “mission” intesa sia come strumento riabilitativo, sia sotto il profilo sociale e occupazionale. Accanto al settore tradizionale della legatoria, Arte e Libro Onlus si occupa di cartonato, bomboniere solidali, gadgetistica aziendale, assemblaggi industriali, stampa digitale, copisteria, partecipazioni; oltre a ciò, lavora nel contesto dei servizi educativi e socio-assistenziali grazie al “Progetto Fuorionda”, che offre vacanze accessibili a persone diversamente abili.

Una festa doppia, quella dell’inaugurazione, alla quale hanno preso parte numerose autorità. Ad accoglierle è stata Bruna Gover, presidente di Arte e Libro Onlus: «Per noi oggi è una giornata speciale, un ringraziamento alla famiglia Marini per averci concesso i locali – ha raccontato -. Da gennaio abbiamo riunito in un’unica sede su due piani gli uffici amministrativi e il reparto produttivo. C’è tanta emozione per un momento che celebra anche i nostri primi 35 anni di storia».

Lo staff attualmente è composto da una quarantina di persone, per la maggior parte maschi e con età compresa tra 18 e 60 anni; oltre alla legatoria, «sta prendendo piede – aggiunge Gover – il settore dell’assemblaggio. Il tutto, grazie ad aziende illuminate che scelgono la nostra realtà, dando vita a un circuito virtuoso». Tra le attività sta assicurando ottimi riscontri anche il “Progetto Fuorionda”: «Nata come iniziativa interna, l’idea si è allargata all’esterno e oggi offre la possibilità di una vacanza accessibile a un centinaio di ragazzi in tutto il territorio regionale – ha sottolineato Katia Mignogna, vicepresidente di Arte e Libro Onlus -. È un lavoro impegnativo, ma capace di assicurare grandi soddisfazioni».

Durante la cerimonia, è toccato a Cristian Vida, consigliere della Onlus, fare gli onori di casa: «Negli ultimi tre anni – ha spiegato – l’attività è cresciuta in modo esponenziale, così come il numero di ragazzi inseriti. In 35 anni ci sono tante storie da raccontare e festeggiare. Oggi – ha detto rivolto ai collaboratori in platea – è il vostro traguardo e si apre un piccolo pezzetto di storia ulteriore». Fra le autorità giunte a Udine anche Alessia Rosolen, assessore regionale a Politiche sociali, disabilità e cooperazione: «Stiamo studiando – ha rivelato -, anche su sollecitazione del mondo cooperativo e grazie al dialogo con Confindustria Udine, le modifiche al regolamento regionale sul meccanismo di inserimento di persone diversamente abili. Ne parleremo nel 2020. Siamo certi che avrà effetti positivi per l’incontro di domanda e offerta di lavoro».

Piena soddisfazione per le positive esperienze di collaborazione tra imprese e Arte e Libro e per il positivo dialogo instaurato con la Regione per favorire questi meccanismi di inserimento lavorativo di persone diversamente abili al centro del videomessaggio che la presidente di Confindustria Udine Anna Mareschi Danieli ha rivolto alla platea. Ha portato i saluti anche il sindaco di Udine, Pietro Fontanini: «Ringrazio chi – ha detto -, in questi 35 anni, ha lavorato, tenuto duro e investito per dare supporto alle persone gravitate in Arte e Libro Onlus». Sull’importanza di questa iniziativa si è soffermato anche l’onorevole Roberto Novelli, componente della Commissione Affari sociali della Camera dei deputati che ha sottolineato l’importanza del lavoro quale elemento decisivo di inclusione sociale per le persone diversamente abili”.

Chiudi il menu