Al momento stai visualizzando La Gustav Mahler Jugendorchester giovedì 11 agosto in Piazzetta Pescheria a Pordenone. Andrà poi a Gorizia e a Gemona

La Gustav Mahler Jugendorchester giovedì 11 agosto in Piazzetta Pescheria a Pordenone. Andrà poi a Gorizia e a Gemona

  • Categoria dell'articolo:Pordenone
  • Autore dell'articolo:

Arrivano da 18 Paesi europei (Italia, Portogallo, Spagna, Francia, Austria, Svizzera, Gran Bretagna, Germania, Polonia, Olanda, Serbia, Slovenia, Moldavia, Croazia, Slovacchia, Svezia, Norvegia Finlandia) i 110 musicisti, tutti tra i 18 e i 26 anni, che compongono quest’anno la GMJO-Gustav Mahler Jugendorchester, la più celebre orchestra giovanile del mondo, ancora ospite di una prestigiosa residenza artistica al Teatro Verdi di Pordenone. Sono in assoluto i più talentuosi musicisti al mondo, che l’Orchestra fondata oltre trentacinque anni fa da Claudio Abbado, seleziona per affrontare un percorso formativo esclusivo, con una preparazione di altissimo livello utile per l’accesso alle principali Orchestra mondiali. L’Orchestra farà la sua prima apparizione pubblica a Pordenone in Piazzetta Pescheria nella serata di domani (giovedì 11 agosto) protagonista con i suoi giovani musicisti di una festa in musica ad ingresso libero. Una serata dove i musicisti della GMJO si alterneranno in piccole ensemble per offrire al pubblico un’esibizione frizzante e vivace.

Il programma dei concerti – che quest’anno toccheranno tutte e quattro le province della regione – proseguirà con due esibizioni sotto la guida dell’astro nascente della direzione orchestrale, il giovane e pluripremiato Maestro austriaco Tobias Wögerer (classe 1991). Venerdì 12 agosto concerto al Teatro Verdi di Gorizia (in collaborazione con A.Artisti Associati e Comune di Gorizia) mentre sabato 13 agosto la GMJO è attesa al Duomo di Gemona (in collaborazione con il Comune di Gemona): entrambi i concerti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti. Il programma musicale presenta una selezione di alcune tra le più celebri pagine della letteratura sinfonica di tutti i tempi: La Sinfonia n. 40 in Sol minore K 550 di Mozart e la Suite per orchestra d’archi di Leòs Janàček, primo lavoro orchestrale del grande compositore cecoslovacco.

Dopo queste due serate, la GMJO partirà per il Summer Tour internazionale per rientrare in regione a inizio settembre con i due concerti programmati sotto la guida della leggenda vivente della direzione orchestrale, l’ultranovantenne Maestro svedese Herbert Blomstedt. Giovedì 1^ settembre l’Orchestra si esibirà a Trieste per la Fondazione Teatro Verdi mentre venerdì 2 settembre, a suggello del progetto di residenza, la GMJO salirà sul palco del Verdi di Pordenone dove il Maestro Blomstedt, in assoluto il maggior interprete storico e contemporaneo di Anton Bruckner, potrà cimentarsi alla guida di un’opera centrale nella produzione artistica bruckneriana, la Settima Sinfonia.

Tra i talenti selezionati quest’anno dalla celebre compagine internazionale, da segnalare le presenze del violinista nativo di Pordenone Francesco Venudo, classe 2000, e di Martina De Luca, classe 1996, di Conegliano Veneto: quest’ultima ha intrapreso lo studio del violino all’età di nove anni sotto la guida dei Maestri Domenico Mason e Maria Caterina Carlini, grazie ai quali, fin dai 12 anni, ha potuto prendere parte, anche in qualità di solista, all’attività dell’Orchestra d’Archi Arrigoni.

Info: www.teatroverdipordenone.it