You are currently viewing L’Energia dei Luoghi, gli appuntamenti di sabato 28 e domenica 29 agosto alle Bocche del Timavo (San Giovanni di Duino) e al Parco Sculture Braida Copetti (Leproso di Premariacco / Udine)
Appuntamento domenica 29 agosto, dalle 17.00, al Parco Sculture Braida Copetti, a Leproso di Premariacco

L’Energia dei Luoghi, gli appuntamenti di sabato 28 e domenica 29 agosto alle Bocche del Timavo (San Giovanni di Duino) e al Parco Sculture Braida Copetti (Leproso di Premariacco / Udine)

Proseguono gli appuntamenti della rassegna “L’Energia dei Luoghi. Festival del Vento e della Pietra”, organizzata dall’Associazione Casa C.A.V.E. – Contemporary Art Visogliano/Vižovlje Europe.
Sabato 28 agosto, dalle 17.30 alle 20.00, viene proposta una passeggiata tra le erbe spontanee del Carso ispirate dalla Commedia dantesca “Come per verdi fronde, in pianta vita” (Purgatorio, canto 18), a cura di Annalisa Conte, in collaborazione con Agriturismo Juna.
Il ritrovo è fissato alle 17.15 nel parcheggio della Chiesa di San Giovanni in Tuba, Località San Giovanni di Duino /Štivan, per un numero massimo di 20 partecipanti, con prenotazione obbligatoria (info@agriturismojuna.it + 39 3395081138).

La passeggiata alla Bocche del Timavo avrà una durata di circa due ore, si svolgerà su terreno pianeggiante e sarà assicurata anche in presenza di debole pioggia: si scopriranno le piante che Dante fa rifiorire poeticamente nei passi della Divina Commedia, rivelandone la qualità essenziale.

Un appuntamento imperdibile per sentire e ascoltare il magico suono delle pietre è invece in programma domenica 29 agosto, dalle 17.00, al Parco Sculture Braida Copetti, a Leproso di Premariacco (Udine), alla scoperta de “Il giardino delle pietre sonore – Natura e scultura”, organizzato in collaborazione con Copetti Antiquari. Viene proposta una visita guidata alle sculture del Parco con lo speciale incontro con le “pietre sonore” di Pinuccio Sciola (Prenotazione obbligatoria: casacave.art@gmail.com +39 3334344188).

La ricerca artistica di Sciola apre uno scenario nuovo e inaspettato quando svela al mondo la magia del suono della pietra, una materia dura e statica, non più rilegata a una sola funzionalità visiva e tattile, ma alla quale ha permesso di essere osservata attraverso un terzo senso: l’udito.
La pietra con Sciola è elastica, sonora e trasparente, un’immaterialità che, fisicamente, costituisce il dna timbrico della sua voce.

La rassegna “L’Energia dei Luoghi. Festival del Vento e della Pietra” è realizzata grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Duino Aurisina, della Fondazione Pietro Pittini e de Le Fondazione Casali.

Ufficio stampa: