LimaCorporate: sospesa la produzione a tutela dei lavoratori

SAN DANIELE DEL FRIULI – LimaCorporate annuncia la chiusura dei reparti produttivi delle sedi di San Daniele e Segesta per una settimana con effetto immediato.

Lo hanno deciso di comune accordo il Comitato di Emergenza Coronavirus, (istituito in LimaCorporate a inizio febbraio che vede coinvolti i vertici aziendali), la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) e le Organizzazioni Sindacali Territoriali (OO.SS) nel corso di una riunione telefonica tenutasi nella serata di domenica 15 marzo 2020.

Mettendo sempre la salute e il benessere dei collaboratori davanti a tutto, l’accordo preso prevede che tutti i dipendenti occupati in ambito produttivo osservino una settimana di astensione dal lavoro. Il blocco non riguarda al momento il personale impegnato sulla linea di produzione dei prodotti ProMade per pazienti oncologici e quello impiegato in ambito distributivo. La capacità dell’azienda di servire il mercato non subirà alcun un impatto, grazie alle scorte aggiuntive che sono state predisposte nelle scorse settimane.

“Continueremo a monitorare la situazione a tutti i livelli, in quanto la salute dei nostri dipendenti è la nostra massima priorità”, ha ribadito durante l’incontro Luigi Ferrari C.E.O di LimaCorporate.

Il Comitato di Emergenza, insieme ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) e alla Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU), ha confermato nel corso della mattinata di lunedì 16 marzo la rispondenza al Protocollo di Tutela di Salute dei Lavoratori condiviso tra Governo e Parti Sociali emanato sabato 14 marzo.

In questo momento di grande preoccupazione generale per il diffondersi del Covid-19, in via del tutto cautelativa, è stato deciso di chiudere le attività produttive per una settimana rimandando al prossimo venerdì 20 marzo l’eventuale valutazione per una riapertura o proroga di un’ulteriore settimana della chiusura dello stabilimento.

LimaCorporate è una società che mette a disposizione del mercato, a beneficio degli utilizzatori, protesi articolari totali, che possono essere richieste anche per i pazienti traumatici, soluzioni custom made per pazienti oncologici e dispositivi di osteosintesi. Per questo l’azienda è qualificata come fornitore di beni destinati alla pubblica utilità connessi alla salute dei cittadini e intende agire nel pieno rispetto delle disposizioni adottate dalle autorità competenti con la massima attenzione verso tutti gli stakeholder coinvolti (personale, pazienti e professionisti sanitari).

 

Comunicati-stampa.fvg.it © 2018