Al momento stai visualizzando Mostra “Recent Works” di Damir Sobota a Trieste. Inaugurazione venerdì 28 gennaio
Damir Sobota, Palindrome 9, 2019, collage, carta su tela, vernice, 200 x 270 cm, courtesy l’artista

Mostra “Recent Works” di Damir Sobota a Trieste. Inaugurazione venerdì 28 gennaio

Trieste Contemporanea presenta la mostra Recent Works di Damir Sobota. L’inaugurazione, allo Studio Tommaseo in via del Monte 2/1, si terrà venerdì 28 gennaio alle ore 18.30 alla presenza del giovane artista croato vincitore del premio Radoslav Putar 2020, e una sua conversazione con la curatrice della mostra Janka Vukmir permetterà al pubblico triestino di approfondire i contenuti e i temi ispiratori del suo lavoro artistico.
I dipinti, collage e oggetti di Damir Sobota sintetizzano diverse tradizioni di astrazione geometrica concentrando processo creativo e intuizione con approccio sperimentale: le decisioni che l’artista prende prima di iniziare una nuova opera impostano un algoritmo che ne regolerà dall’inizio alla fine il procedimento di esecuzione.
L’esposizione, che sarà visitabile fino all’8 marzo 2022 (orario: dal martedì al venerdì, dalle 17 alle 20. Modalità di accesso: green pass rafforzato e mascherina ffp2), è prodotta da Trieste Contemporanea in collaborazione con l’Institute for Contemporary Art di Zagabria e presenterà alcune opere di Sobota appartenenti alla recente serie dei Palindromi, alcune realizzate dall’artista proprio tra aprile e maggio 2021 durante la sua partecipazione alla residenza artistica alla Residency Unlimited di New York.

Info: info@triestecontemporanea.it +39 040 639187; https://www.triestecontemporanea.it/event/recent-works-di-damir-sobota/

Trieste Contemporanea

Trieste Contemporanea è uno hub di proposte e di informazione sull’arte contemporanea. Da più di vent’anni promuove “Dialoghi con l’arte dell’Europa centro orientale” nella città italiana ideale per farlo: Trieste. Se passi in via del Monte trovi mostre, incontri, workshop (che ti immergono nella più avanzata ricerca specialistica), ma anche un clima più informale nel quale puoi goderti ad esempio un “videospritz” (format più che decennale dove chiacchieri con importanti videoartisti o esordienti eccellenti sorseggiando un aperitivo). Trovi l’esperienza di un network europeo consolidato di artisti e curatori o puoi conoscere una storia dell’arte non ancora molto frequentata in Italia. I giovani artisti, hanno qui molte opportunità: partecipare al Premio Giovane Emergente Europeo, al Concorso Internazionale di Design, al Concorso SQUEEZE IT all’incrocio europeo di arti visive, teatro e nuovi media o unirsi ad altri progetti ancora, l’ultimo dei quali è lo sperimentale “Harbour for Cultures” che prende le mosse dalle visioni di sviluppo del Porto Vecchio di Trieste. Trieste Contemporanea ha anche una sua biblioteca di arte contemporanea che fa parte del Sistema Bibliotecario Nazionale, tramite il Polo dell’Università di Trieste, ed è sede convenzionata di tirocini universitari. Il Comitato Trieste Contemporanea è stato fondato nel 1995; ha organizzato a Trieste e all'estero iniziative dedicate all'arte visiva, alla musica, al cinema, alla letteratura, alla multimedialità, al teatro, all'architettura e al design; si avvale di collaborazioni, cooproduzioni e scambi a livello internazionale, coinvolgendo istituzioni, enti pubblici e organismi culturali europei; una lunga collaborazione con la Central European Initiative (InCE) fin dal 2003 comprende tra i suoi CEI Feature Events il nostro Forum di Venezia per Curatori d’Arte Contemporanea (che organizziamo per discutere e scambiare esperienze curatoriali in occasione dei giorni di vernice della Biennale di Venezia) e attribuisce il CEI Award del Concorso Internazionale di Design; è beneficiario per il triennio 2017-2019 di un finanziamento della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia; nel 2003 ha proposto a un numero di istituzioni, musei e organizzazioni dell'Europa centro orientale di partecipare al progetto Continental Breakfast, network oggi condiviso da partner di Bulgaria, Croazia, Germania, Italia, Polonia, Serbia, Slovenia, Turchia e Ungheria.