Nei Suoni dei Luoghi, il pianista albanese Kostandin Tashko in concerto il 14 agosto alla Villa di Tissano

Nei Suoni dei Luoghi, il pianista albanese Kostandin Tashko in concerto il 14 agosto alla Villa di Tissano

Nuovo appuntamento internazionale e nuova venue ricca di fascino per il festival di musica e territorio Nei Suoni dei Luoghi 2019. Mercoledì 14 agosto, alle 20.45, alla Villa di Tissano, splendida residenza nobiliare in comune di Santa Maria la Longa – attuale sede del master International Oboe Academy – si terrà il concerto del brillante pianista albanese Kostandin Tashko. Il concerto, a ingresso libero, vede la collaborazione del Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste e si inserisce nel calendario della 21° edizione di Nei Suoni dei Luoghi, organizzato da Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, con il sostegno di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli. In caso di pioggia l’evento si terrà a Villa Mauroner, sempre in località Tissano. Per consultare il calendario completo di Nei Suoni dei Luoghi visitare il sito www.neisuonideiluoghi.it .

Kostandin Tashko, brillante pianista, affronta un programma ardito scegliendo da tre funambolici compositori e pianisti come Liszt, Scriabin e Ravel, pagine altrettanto trasformiste e rivoluzionarie. Il primo con la Sonata in si minore, unica sua opera con un titolo classico, dipana in sei quadri la sua inquieta ricerca armonica. Il secondo, cresciuto sull’esempio di Liszt e Chopin, raggiunge con la Sonata in fa diesis maggiore l’apice del suo esoterismo estetico. Il terzo infine con la versione pianistica de La Valse, nato per essere un poema coreografico, omaggia con eclettismo la grande stagione del valzer viennese. Dopo il concerto avrà luogo una degustazione di prodotti tipici del territorio.

Residenza del ‘500 di proprietà della nobile famiglia Agricola, la Villa di Tissano passò poi agli Strassoldo-Soffunbergo e allo storico udinese Enrico del Torso. Pur conservando l’antica struttura la Villa è ora un albergo con camere ricche di atmosfera ricavate dalle adiacenze rustiche: la torre, la serra, i granai per i bachi da seta, l’appartamento del Gastaldo. Durante la Grande Guerra fu trasformata in comando militare e ospedale ed ebbe come ospiti Vittorio Emanuele III e la regina Elena. Attualmente è di proprietà dello storico dell’arte Christoph Ulmer. Da settembre 2019 ospiterà la seconda edizione dell’International Oboe Academy, master di alto perfezionamento che conta nel suo corpo docenti alcuni fra i migliori oboisti al mondo (www.internationaloboeacademy.it).

image_printStampa l'articolo
(Visited 14 times, 1 visits today)
Chiudi il menu
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com