Nei Suoni dei Luoghi, il pianista polacco Tymoteusz Jan Bies porta Schubert e Chopin domenica 10 novembre a Villa de Claricini di Moimacco

Nei Suoni dei Luoghi, il pianista polacco Tymoteusz Jan Bies porta Schubert e Chopin domenica 10 novembre a Villa de Claricini di Moimacco

MOIMACCO – Nuovo appuntamento internazionale per il festival di musica e territorio Nei Suoni dei Luoghi 2019, rassegna inaugurata a inizio luglio, che ha proposto e proporrà, fino a fine anno, decine di eventi dedicati alla musica colta, allestiti in luoghi di particolare fascino del Friuli Venezia Giulia, del Veneto, sconfinando anche in Slovenia e Croazia. Dopo alcune settimane di pausa il festival torna in provincia di Udine con il concerto del pianista polacco Tymoteusz Jan Bies (nella foto d’apertura), artista di livello internazionale – già vincitore nel 2018 del Concorso pianistico internazionale del Friuli Venezia Giulia – che si esibirà domenica 10 novembre (inizio ore 17.30) nella splendida Villa de Claricini Dornpacher di Moimacco. Il programma del concerto vedrà eseguiti alcuni capolavori di due artisti iconici dell’arte pianistica della prima metà del XIX secolo, Franz Schubert e Fryderyk Chopin. Il concerto, a ingresso libero, organizzato in collaborazione con Piano FVG e con l’Accademia di Studi Pianistici “Antonio Ricci”, si inserisce nel calendario della 21 ͣ edizione di Nei Suoni dei Luoghi, organizzato da Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e con il sostegno di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia. Per consultare il calendario completo di Nei Suoni dei Luoghi visitare il sito www.neisuonideiluoghi.it .

Villa de Claricini, a Moimacco

 

Schubert e Chopin non si sono mai conosciuti di persona, anche perché il debutto a Vienna del polacco avvenne un anno dopo la morte del poeta dei Lieder. Affini seppur profondamente diversi ad accomunarli è soprattutto la loro vocazione pianistica, dalla profonda caratterizzazione psicologica. Ad aprire il concerto saranno quattro sublimi Improvvisi di Schubert, composti nell’ultimo anno di vita, tanto innovativi da trasformare l’anima salottiera del genere in un’esplosione dello spirito. A questi seguono quattro lavori di Chopin. Un ciclo di quattro Mazurke, tante quante gli improvvisi del primo, e tre brani come la Barcarola composta negli ultimi anni di vita e i Preludi dall’Opera 28 n° 15 e 17.

Nel borgo rurale di Bottenicco, in comune di Moimacco (Udine), sorge Villa de Claricini Dornpacher, eretta nel XVII secolo e appartenuta ai Claricini, originari di Bologna e presenti a Cividale dal ‘200. L’edificio, che conserva gli arredi originali, fa sfoggio di uno splendido giardino all’italiana realizzato nel 1909 e di un parco ricco di piante secolari. L’interesse per la cultura dei Claricini ha prodotto una vera e propria biblioteca, aperta al pubblico per la sola consultazione e gestita dalla Fondazione istituita dalla contessa Giuditta de Claricini.

Programma:

F. Schubert 4 Improvvisi Op. 90

F. Chopin 4 Mazurke Op. 17

F. Chopin Barcarola in fa diesis maggiore Op. 60

F. Chopin Preludio Op. 28 n° 15 in re bemolle maggiore

F. Chopin Preludio Op. 28 n° 17 in la bemolle maggiore

image_printStampa l'articolo
(Visited 8 times, 1 visits today)
Chiudi il menu
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com