Al momento stai visualizzando “Stai a Medea 2022”, progetto creativo per Medea nel segno della sostenibilità. Concerto inaugurale domenica 5 giugno
Open Circle Quarte: Nicoletta Taricani voce, Giulio Scaramella al pianoforte, Alessio Zoratto al contrabbasso ed Emanuel Donadelli alla batteria

“Stai a Medea 2022”, progetto creativo per Medea nel segno della sostenibilità. Concerto inaugurale domenica 5 giugno

L’acronimo sta per “Sostenibilità economica, Turismo sostenibile, Autenticità ed Inclusività”. Ovvero “Stai a Medea 2022”. È il nuovo progetto sinergico messo a punto dall’Azienda Agricola Brumat Gabriele in collaborazione con SimulArte, e il suo festival “More Than Jazz”, il Comune di Medea e la Pro Loco Medea con l’obiettivo di valorizzare il territorio, a metà strada tra Gorizia, città di frontiera, e Palmanova, città fortezza. È in questa terra, ancora con una natura pulsante, che da 70 anni l’azienda si prende cura in modo artigianale dei suoi 4 ettari e delle sue 20 mila bottiglie prodotte con un obiettivo ben preciso: la sostenibilità certificata.

Il concerto inaugurale: l’anteprima di More Than Jazz
Questa stimolante avventura sarà inaugurata domenica 5 giugno a partire dalle 17.30 nell’area verde di Medea con una visita guidata alla scoperta del territorio, tra storia e cultura, mentre alle 19il tour sostenibile si chiude nella floreale corte interna dell’Osteria Vinars dell’azienda Agricola Brumat Gabriele. Qui la voce straordinaria di Nicoletta Taricani guiderà l’ “Open Circle Quartet” in un repertorio jazz nello stile inconfondibile del festival “More Than Jazz”.

A dare il via a “Stai a Medea 2022” sarà dunque un’anteprima di “More ThanJazz”, il festival jazzistico che da Udine, suo cuore pulsante, ha allargato in questi anni sempre più gli orizzonti sul territorio friulano. Quindi i protagonisti della serata inaugurale saranno il verde di Medea e “Open Circle Quartet” formato da Nicoletta Taricani alla voce, Giulio Scaramella al pianoforte, Alessio Zoratto al contrabbasso ed Emanuel Donadelli alla batteria. Per l’occasione, la formazione che da diversi anni lavora nel territorio friulano e non solo, presenterà al pubblico un repertorio jazz rispolverando grandi classici della tradizione afroamericana e riarrangiando brani di grandi compositori come Thelonius Monk, Carla Bley, Pat Metheny. Per il concerto, a ingresso libero, è consigliata la prenotazione sul sito www.morethanjazz.it

Il progetto
Non una giornata scelta a caso. Il 5 giugno, infatti, ricorre anche la Giornata mondiale dell’ambiente, declinata quest’anno proprio sulla necessità di vivere in modo sostenibile e in armonia con la natura.

Gabriele Brumat, titolare dell’omonima azienda, ha voluto fortemente il progetto come un attivo segnale imprenditoriale nel favorire il cambiamento nell’amministrare il patrimonio naturale globale a beneficio delle generazioni future, di quelle attuali e immediatamente prossime, favorendo così un benessere sociale ed economico paritetico. Un agire concreto tramite buone prassi che passano dall’informazione all’operatività delle singole persone grazie a piccoli e spontanei gesti.

L’iniziativa vede anche la convinta adesione del Comune di Medea e della Pro Loco Medea. «Turismo – spiegano dal sodalizio – non può e non deve essere sinonimo di inquinamento, aumento spropositato dei prezzi e del costo della vita, degrado ambientale e perdita di identità e tradizioni. Al contrario, il vero turista, per noi, è colui che contribuisce a preservare e sostenere la cultura e le bellezze naturali della nostra comunità, assicurandosi di gustarne le eccellenze con attenzione e rispetto».

L’ambizione dei partner del progetto “Stai a Medea 2022” è di essere la prima edizione in vista di “Go! 2025 Nova Gorica e Gorizia Capitale europea della cultura 2025”, per poi continuare grazie al coinvolgimento delle persone che credono del valore della sostenibilità (economica, sociale e organizzativa) e dell’ottima musica.